Anche Arnold Schawzenegger si aggrega al cast di Kung Fury 2!

Solo pochi giorni fa avevamo annunciato che Michael Fassbender avrebbe preso parte al sequel di King Fury, cortometraggio uscito su youtube nel dicembre 2013 e diventato virale. Per Kung Fury II: The Movie David Sandberg, regista e protagonista del primo film, ha deciso di mettere assieme un cast quantomeno eterogeno: oltre all’attore irlandese e a David Hasselhoff, presente già nel precedente capitolo, si unisci alla produzione nientemeno che Arnold Schawzenegger.

Conclusasi nel 2011 ì la sua esperienza politica dopo gli otto anni passati come governatore della California, l’attore austriaco naturalizzato statunitense ha ripreso la propria carriera cinematografica. Già nei tre film de I mercenari Schawzenegger si era proposto con ironia in una sorta di auto-parodia del proprio personaggio da action muscolare degli anni ’80 e ’90. In Kung Fury II interpreterà il Presidente degli Stati Uniti (carica per la quale nella realtà non può concorrere, non essendo nato negli USA), ma si può immaginare che il film strizzerà l’occhiolino al suo passato.

Schwarzenegger Kung Fury

Dopotutto, Kung Fury nasce come omaggio parodico proprio a quel cinema che ha reso celebre il sette volte Mister Olympia, di cui riprende l’estetica per proporre una storia volutamente sopra le righe e sgangherata. Nella Miami del 1985, il poliziotto esperto di arti marziali Kung Fury deve viaggiare nel tempo e nello spazio per combattere un nuovo nemico, il maestro del kung fu Adolf Hitler, noto anche come Kung Führer (interpretato da Jorma Taccone, celebre come membro della band di musica demenziale Lonely Island). Lo aiuteranno l’abile esperto di informatica Hackerman, il poliziotto-triceratopo Triceratocop, due guerriere vichinghe, il dio Thor e un tirannosauro.

 Kung Fury

Oltre alle tante gustose informazioni sul cast, si iniziano a conoscere anche i primi dettagli della trama del film. Non sarà una versione allungata del cortometraggio, ma un vero e proprio sequel che proporrà nuove avventure di Kung Fury: ambientato sempre nella Miami del 1985, racconterà dei problemi che il poliziotto e la sua squadra incontreranno dopo la morte di un membro del team. Sandberg si era dimostrato molto inventivo e dotato di una comicità davvero efficace; sarà da scoprire se riuscirà a sfruttare le proprie doti anche alle prese con un lungometraggio, che richiede tempi e dinamiche differenti.

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Facebook
Twitter