American Gangster, la storia vera dietro al film con Denzel Washington

American Gangster è un film di Ridley Scott con Denzel Washington e Russell Crowe, basato sulla vera storia di Frank Lucas, un potente narcotrafficante afroamericano degli anni '70 a New York. Il film offre un'avvincente epopea criminale e un duello psicologico tra Lucas e il poliziotto incorruttibile Roberts. È anche una denuncia sociale sul razzismo, la corruzione e il traffico di droga. Imperdibile questa sera in chiaro.
Denzel Washington in una scena del film American Gangster

American Gangster è un film di Ridley Scott con Denzel Washington e Russell Crowe. La pellicola racconta la vera storia di Frank Lucas, un narcotrafficante afroamericano che negli anni ’70 divenne uno dei più potenti criminali di New York. Un’epopea criminale avvincente, un duello psicologico tra due figure antitetiche: Lucas, l’antieroe carismatico, e Roberts, il poliziotto incorruttibile. Un film di denuncia sociale sul razzismo, la corruzione e il traffico di droga. Una pellicola che non potete perdervi questa sera su Sky Cinema alle 21:15. Scopriamo insieme di cosa parla nello specifico American Gangster!

Di cosa parla American Gangster

Nel 1968, ad Harlem, Frank Lucas assume il controllo del traffico di droga dopo la morte di Bumpy Johnson. Lucas importa eroina pura dal Triangolo d’oro in Thailandia tramite le forze armate USA, dominando il mercato con la “Blue Magic”. Il detective Richie Roberts, onesto e impegnato, forma una squadra per combattere il traffico di droga, mentre affronta una complicata vita personale. Roberts identifica Lucas come il principale traffichino e, tramite informatori, lo incastra. 

Dopo un’indagine accurata, Lucas collabora con Roberts per smascherare poliziotti corrotti, riducendo così la sua pena a 15 anni. Roberts, ora avvocato, difende Lucas e lo vede uscire di prigione nei primi anni novanta. La vicenda evidenzia la lotta tra il crimine organizzato e la giustizia, con Roberts che punta non solo ai criminali, ma anche alla corruzione interna alla polizia.

Denzel Washington potrebbe essere nel cast dell’atteso Il Gladiatore 2 di Ridley Scott!

La storia vera dietro American Gangster

American Gangster, dipinge un ritratto vivido e impietoso di un uomo determinato a scalare la vetta del potere, ad ogni costo. Lucas non era un semplice criminale, ma un imprenditore del crimine senza scrupoli, il cui impero di eroina ha avvolto in un’ombra cupa la città di New York e oltre. Il fulcro del suo regno criminale era “Blue Magic“, un’eroina potente e temuta che inondò le strade di New York sotto il controllo di Lucas e della sua banda. La diffusione capillare di questa droga era solo uno degli aspetti del suo operato criminale, basato sulla brutalità.

Ma dietro il trono del “Re di Harlem“, come era soprannominato, si celava un sistema complesso di approvvigionamento e distribuzione, orchestrato da Leslie  Atkinson, un sergente dell’esercito del Vietnam in pensione. Fu Ike a tessere la tela del denaro e della droga dall’Asia agli Stati Uniti, avvalendosi di una rete di soldati americani reclutati per trasportare la merce su aerei militari. In questo contesto, Frank Lucas assunse un ruolo chiave, garantendo che l’eroina raggiungesse le strade americane, traghettando con sé enormi profitti e potere.

Tuttavia, come spesso accade nel mondo del crimine, il successo è effimero e la caduta è inevitabile. Nel 1975, dopo quasi un decennio di dominio incontrastato sul mercato della droga di New York, Frank “Superfly” Lucas fu finalmente catturato dalle autorità newyorkesi. Sebbene il film American Gangster attribuisca la sua cattura principalmente al detective Richie Roberts, la realtà è che Roberts ebbe un ruolo significativo nel far ottenere una confessione che avrebbe smantellato l’intero impero di Lucas.

Con Lucas dietro le sbarre, le autorità continuarono a scavare per svelare i segreti della sua operazione. La caccia non si fermò con la sua prigionia e, seguendo le tracce dei suoi legami familiari, scoprirono un ingente quantitativo di eroina del valore di 10 milioni di dollari. Fu il nipote di Lucas, che rischiava l’ergastolo, a rompere il silenzio e a fornire le informazioni necessarie per incriminare suo zio. Ciò portò a una confessione che sconvolse l’opinione pubblica e si concluse con 100 condanne penali.

Ma la storia di Lucas non termina con la sua confessione. La sua collaborazione con le autorità gli garantì una significativa riduzione della pena, che passò da 70 anni a soli sei. Rilasciato nel 1982, Lucas tentò di tornare alla sua vecchia vita, ma la sua caduta definitiva non era ancora arrivata. Nel 1984 fu nuovamente arrestato per spaccio di eroina, scontando una pena fino al 1991.

American Gangster è un film potente e memorabile che ci offre uno spaccato di un periodo storico turbolento. Nella pellicola anche Russell Crowe, che sta per tornare al cinema con Kraven il Cacciatore, spinoff di Spider-Man.

Facebook
Twitter