Martin Scorsese, particolarmente colpito dall'ultimo titolo di Ti West, ha deciso di esporsi in una lettera alla A24, offrendo una recensione del film.

Pare che Pearl, l’ultima proposta di Ti West, sia riuscita ad arrivare all’attenzione di una delle personalità più iconiche del cinema mondiale: Martin Scorsese. Il regista, nelle scorse ore, avrebbe deciso di farsi sentire, inviando alla A24 una recensione di suo pugno – ripresa poi in esclusiva da Slashfilm – dove, in poche righe, professa la profonda ammirazione per lo stile, il taglio scelto e la performance della magnetica Mia Goth, in quello che è il prequel a X: A Sexy Horror Story. “Non riuscivo a smettere di guardare” sono tra le ultime parole di questa sentita e breve recensione.

Ecco il pensiero del regista al completo:

“I film di Ti West hanno un tipo di energia che è così rara al giorno d’oggi, alimentata da un puro, incontaminato amore per il cinema. Lo si sente in ogni fotogramma. Prequel di ‘X’, realizzato in un registro cinematografico diametralmente opposto (si pensi ai melodrammi a colori di Scope degli anni ’50), ‘Pearl’ è un film selvaggio, ipnotico, profondamente – e intendo profondamente – inquietante di 102 minuti. West e la sua musa e partner creativa Mia Goth sanno davvero come giocare con il loro pubblico… prima di affondare il coltello nel nostro petto e iniziare a girare. Sono stato affascinato, poi disturbato, poi così inquieto che ho avuto difficoltà ad addormentarmi. Ma non riuscivo a smettere di guardare”.

Ma, a quanto pare, Pearl non avrebbe solo catturato l’ attenzione di un palato raffinato come quello di Scorsese; il film, arrivato nelle sale americane qualche giorno fa, ha infatti riscosso una lunga serie di recensioni positive anche dallo stesso pubblico, come ben ci dimostra l’alta percentuale di gradimento (oltre l’80%) su Rotten Tomatoes.

LEGGI ANCHE  Ozark: confermata la quarta e ultima stagione, con ben 14 episodi

Martin Scorsese è al lavoro (ancora una volta) con Leonardo DiCaprio e Robert De Niro per Killers of the Flower Moon, titolo drammatico adattato dal bestseller di David Grann, Killers of the Flower Moon: The Osage Murders and the Birth of the FBI, e destinato all’uscita in sala nel 2023.

Per altre news e contenuti vieni a trovarci su CiakClub.it

Martina Folegnani

Martina Folegnani

Una piccola torinese con un grande amore per il magnificente mondo del cinema e dell’arte. Mi sono laureata al DAMS con l’obiettivo di diventare scrittrice di soggetti cinematografici.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments