Nolan regista dei nuovi 007? Vorrebbe ambientarli negli Anni ’50

007 sta per tornare e questa volta a dirigerlo potrebbe essere il cineasta di successo Christopher Nolan, reduce dalla sua ultima opera cinematografica di successo Oppenheimer. Nolan, come sempre, riserva grandi sorprese.
Nolan regista dei nuovi 007? Vorrebbe ambientarli negli Anni '50

Il nuovo 007, che secondo alcuni rumors può essere diretto dal cineasta Christopher Nolan già sta facendo discutere molto di sé. La discussione non vede in causa né il cast e ne accordi contrattuali, ma Nolan e la produzione stessa. I protagonisti della discussione sono in diatriba per la questione legata all’ambientazione e di conseguenza alla narrazione del nuovo adattamento cinematografico sull’agente segreto più famoso al mondo, nato dalla penna di Ian Fleming.

Ogni film con protagonista James Bond ha sempre avuto un ambientazione contemporanea, legata all’epoca della sua realizzazione. Christopher Nolan nel dirigere la nuova trilogia (qui la notizia), vorrebbe lasciare sul personaggio la propria impronta e per farlo non può accettare quei limiti imposti dalla produzione. Dopotutto Nolan è famoso per regalare al mondo la propria visione su un personaggio molto conosciuto, si pensi ad esempio alla sua trilogia di Batman. Era indubbio che avesse fatto la stessa cosa con Bond.

La nuova trilogia di 007 rispetta i romanzi?

Immagine dal film 007 Licenza di uccidere
Immagine dal film 007 Licenza di uccidere

Barbara Broccoli, storica produttrice della saga di James Bond, con la sua casa di produzione EON production, potrebbero proprio scegliere Christopher Nolan per dirigere la nuova trilogia per la sua capacità di trasformare film di un certo valore, in grandi successi commerciali e di critica, come riportato dal giornale inglese Express.

Christopher Nolan dal proprio canto vuole reinventare il personaggio di Bond riportandolo alle proprie origini. Il ritorno alle origini, in questo caso, significa che Nolan vuole ambientare la nuova trilogia negli stessi anni in cui sono ambientati i primi romanzi del noto agente segreto, ovvero negli anni ’50. Ovviamente, per ora, si tratta solo di indiscrezioni, riportate dal giornale sopracitato, ma conoscendo il nostro cineasta ci si aspetta di tutto, soprattutto che queste discussioni non dipendano soltanto dalla questione ambientazione, ma anche dalla piega narrativa che Nolan vorrebbe adottare per la nuova trilogia.

Noi siamo curiosi di sapere cosa ha in mente Christopher Nolan per i nuovi 007 e soprattutto vogliamo anche vedere che tipo di caratterizzazione darà al nuovo James Bond, sempre se la produzione decida di metterlo veramente al timone. E voi? Cosa ne pensate? Fatelo sapere nei commenti.

Facebook
Twitter