The Witcher, l’autore dei romanzi contro Netflix: “Non mi hanno mai ascoltato”

Si torna a parlare di avide major e scrittori insoddisfatti. Recentemente lo scrittore polacco Andrzej Sapkowski, autore dei romanzi di The Witcher, ha raccontato la sua esperienza con Netflix e sul set della serie tratta direttamente dai suoi racconti.
Lo scrittore Andrzej Sapkowski e Geralt di Rivia interpretato da Henry Cavill nella serie tv The Witcher

Nell’industria cinematografica viene spesso stereotipato il ruolo dello scrittore, indicata come una figura maltrattata e sfruttata dalle major. Ormai però tanto stereotipi non sono più, a seguito dei vari scioperi che hanno bloccato intere produzioni per mesi, ritardando così il rilascio di diversi progetti. È proprio dopo la recente conclusione di queste manifestazioni, che lo scrittore Andrzej Sapkowski, ideatore dell’universo di The Witcher, ha rivelato la frustrazione di lavorare con Netflix.

Infatti, durante un’intervista ai microfoni del canale YouTube CerealKillerz, l’autore polacco ha raccontato di come spesso si sia recato sul set della serie, dispensando consigli e idee utili allo sviluppo dello show. Senza specificare quali furono tali suggerimenti, Andrej ha raccontato di aver scoperto a malincuore che nessuna delle sue idee venne accolta da Netflix.

Lo scrittore ha dichiarato: “Il set era tremendo. Ho dato loro delle buone idee e nessuno mi ha ascoltato. È normale. Chi è questo che parla? Nessuno, solo uno scrittore.” Che ci crediate o meno però non è la prima volta che l’autore si trova in queste situazioni. Per ogni adattamento dei suoi romanzi, inclusi i videogiochi sviluppati da CD Projekt Red, Andrej si è scontrato con stranezze varie nello sviluppo.

In merito a ciò, l’autore ha raccontato come è solito gestire queste situazioni: “Io lavoro solo con le lettere. Non descrivo le immagini. Uso le lettere perché è ciò che fanno i miei lettori. Quando vedo le immagini che raffigurano il loro modo di vedere i miei mondi rimango stupito, altre volte però non è così interessante”. La serie di The Witcher, di cui trovate qui la nostra recensione della terza stagione, purtroppo ha subito una perdita importante nel cast.

Henry Cavill non tornerà a rivestire i panni di Geralt di Rivia nella quarta stagione. Questo perché l’attore, grande fan di romanzi e videogiochi, si è detto scontento dell’adattamento Netflix, molto lontano da quello che sono le opere originali. Al suo posto troveremo Liam Hemsworth, mentre probabilmente Dolph Lundgren sarà protagonista in uno spin-off.

Voi cosa ne pensate delle parole di Andrzej Sapkowski? E di The Witcher? Ditecelo con un commento!

Facebook
Twitter