Sean Penn categorico: “Le IA? Un’oscenità umana”

Durante una conferenza stampa Sean Penn ha avuto modo di esprimere la sua vicinanza agli sceneggiatori in sciopero attaccando le IA e non solo. L’attore avrebbe dedicato qualche parola anche ai produttori hollywoodiani. Questo è accaduto il giorno dopo la proiezione del suo prossimo film.
Sean Penn categorico: "Le IA? Un'oscenità umana"

Il noto attore Sean Penn ha rilasciato delle dichiarazioni particolari sulle tanto discusse intelligenze artificiali, e non solo. Secondo il protagonista di Mystic River le suddette intelligenze non sono altro che delle oscenità aggiungendo che “Mi stupisce che non ci sia stato un allontanamento da parte degli studios”,

Il commento della star di Hollywood non è casuale ma viene rilasciato in un momento storicamente rilevante per Hollywood. In queste settimane infatti è scoppiato lo sciopero degli sceneggiatori che ha rallentato le produzioni di molti titoli ( qui le ultime notizie ). Penn ha avuto modo di esprimere la sua vicinanza durante una conferenza per il suo ultimo film Black Flies. Queste le parole dell’attore: “ L’industria ha sfruttato scrittori, attori e registi per molto tempo. Mando tutto il mio supporto alla categoria degli sceneggiatori che combattono non solo per i loro diritti ma anche contro le novità come le IA”.

Sean Penn non si è fermato però qui. Dopo aver esposto la sua solidarietà agli sceneggiatori in sciopero ha deciso di prendersela con i produttori asserendo che “La prima cosa da fare è cambiare il nome dei produttori in banchieri. Molte persone in quest’industria sono in difficoltà”. 

Sean Penn a Cannes: di cosa Parla Black Flies

Sean Penn e Tye Sheridan in Black Flies
Sean Penn e Tye Sheridan in Black Flies

Il giorno precedente le dichiarazioni è stato proiettato il nuovo film di Sean Penn Black Flies. Dopo la proiezione la pellicola ha ricevuto cinque minuti di standing-ovation. Il film è diretto da Jean-Stéphane Sauvaire ed è l’adattamento del romanzo del 2008 di Shannon Burke.

L’intreccio racconta di un giovane paramedico di nome Ollie, interpretato da Tye Sheridan, che sogna di studiare medicina. Ma il suo studio viene interrotto dalle continue chiamate d’emergenza che lo portano in ogni angolo della città. Nell’opera Sean Penn interpreta un veterano che accompagnerà Ollie nelle sue corse per tutta New York.

E voi? Siete d’accordo con le parole di Sean Penn? Fatecelo sapere lasciando un commento!

Facebook
Twitter