Déjà vu – Corsa contro il tempo, spiegazione del film di Tony Scott

Diretto da Tony Scott, regista di Top Gun, e con protagonista Denzel Washington, Déjà vu - Corsa contro il tempo è un sci-fi adrenalinico che si unisce alla folta corrente di film che trattano viaggi temporali e paradossi. Ecco quindi la spiegazione del film in onda questa sera 3 agosto 2023 su Rete 4.
Déjà vu - Corsa contro il tempo, spiegazione del film di Tony Scott

Un sodalizio collaudato quello tra Tony Scott e Denzel Washington che nel 2006 dà vita a Déjà vu – Corsa contro il tempo. Titolo dall’impianto fantascientifico, si colloca tra quei titoli volti a mettere alla prova lo spettatore trattando di viaggi nel tempo. In onda oggi 3 agosto 2023 a partire dalle 21.25 su Rete 4, proviamo a dare una spiegazione al film.

Déjà vu – Corsa contro il tempo, la trama

Doug Carlin (Denzel Washington ora al cinema con The Equalizer 3) è un agente dell’ATF incaricato di indagare su un attentato terroristico avvenuto a New Orleans. Nella giornata di Martedì Grasso, il traghetto della Orleans Ferry che trasporta alcuni membri della Marina americana insieme alle proprie famiglie, viene fatto esplodere ed affondare, uccidendo tutte le oltre 500 persone presenti a bordo. Rinvenuto un corpo sospetto trovato carbonizzato prima della tragedia, Carlin comincia a collaborare con l’FBI e ad utilizzare la tecnologia “Snow White” in grado di sfruttare telecamere di sorveglianza satellitare per ripercorrere gli avvenimenti dei giorni precedenti all’attentato.

La spiegazione del film

Una scena di Déjà vu - Corsa contro il tempo
Una scena di Déjà vu – Corsa contro il tempo

La tecnologia utilizzata permette in realtà di osservare direttamente il passato, come una finestra temporale, ma con alcune limitazioni. Infatti consente di vedere solo per una volta le immagini, e queste sono risalenti solo a 4 giorni nel passato. Inoltre durante l’arco del film vengono disseminate una serie di deja vu da parte del protagonista che aumentano la difficoltà. Si scopre quindi che il macchinario è in grado di trasportare fisicamente indietro nel tempo e che, creando una serie di paradossi, questa azione è stata realmente compiuta più volte.

Il film attinge quindi alle teorie multiversali. Secondo tale teoria la macchina “Snow White” è in grado di piegare lo spazio, creando un collegamento non con un’altra linea temporale ma proprio con il passato. La scelta di Doug di viaggiare nel tempo è una conseguenza di precedenti viaggi nel tempo durante i quali non è però riuscito a salvare Claire, la donna trovata prima dell’esplosione, e sventare l’attentato. Nonostante qualche problematica a livello scrittura, Déjà vu – Corsa contro il tempo, riesce ad intrattenere e mantenere alta la tensione nel suo essere un esempio di fantascienza post 2000.

Facebook
Twitter