Crazy, Stupid, Love: trama e cast del film con Ryan Gosling

Torna questa sera in TV Crazy, Stupid, Love. Rom-com dal cast all stars ci racconta, strappando più di una risata, i problemi di cuore con cui - volenti o nolenti, che si sia impenitenti donnaioli, giovani adolescenti, o reduci da un lungo matrimonio – ci si ritrova a combattere.
Steve Carell e Ryan Gosling in una scena del film Crazy, Stupid, Love

Oggi, 17 gennaio 2024, va in onda in TV la rom-com Crazy, Stupid, Love. La pellicola sarà trasmessa dal canale La5 (30 del DT) alle ore 21:10. L’oliata coppia di registi e sceneggiatori, Glenn Ficarra e John Requa, torna a collaborare dopo Babbo bastardo e Bad News Bears, mettendo a punto un’altra valida e scoppiettante commedia.

Possiamo attribuire ai due anche il riconoscimento di aver creato l’altrettanto valida e funzionante coppia Gosling-Stone. I due, come ben sappiamo, sono poi tornati successivamente su schermo in Gangster Squad e nell’acclamato La La Land. Il cast di Crazy, Stupid, Love si avvale, oltre ai già due citati, di altri numerosi nomi di punta della Hollywood contemporanea. A partire da Steve Carell, che qui interpreta Cal Weaver. La pellicola si apre proprio con il salto del nostro Cal da un auto in corsa. Alla guida niente meno che sua moglie, che ha il volto di Julianne Moore (qui la nostra -sua- TOP 10). A sconvolgere Mr. Weaver come un fulmine a ciel sereno, la notizia di un tradimento da parte di lei. Dopo 25 anni di matrimonio.

Cal, lasciata la casa con cui viveva insieme a Emily e ai due figli Robbie e Molly, dovrà reiventarsi e imparare nuovamente le abitudini della vita da single (che ormai non aveva più assaporato dai suoi lontani 13 anni). Vi segnaliamo che, nei panni della piccola Molly, riconoscerete una Joey King ancora in erba. Ecco che quindi, con lo spirito di un uomo che si vede spazzar via il suo mondo, Cal trascorre le sue serate al bancone di un locale, sfogando la sua frustrazione con chiunque gli si avvicini.

Tale atteggiamento suscita prima il fastidio e poi l’interesse di Jacob Palmer, ricco e aitante playboy, che ha il volto di Gosling (che se la cava piuttosto bene anche in un genere al quale non è solito approcciarsi). Il buon Ryan, tra l’altro, è fresco fresco di vittoria ai Critics’ Choice Awards per la sua I’m Just Ken, con tanto di iconica reaction da parte dell’attore.

Palmer ascolta la sua storia e gli promette di offrirgli il suo aiuto per volgere la situazione a suo vantaggio. Niente più abiti e scarpe fuori moda, niente più lamentele al sapore di vodka al mirtillo (drink chiaramente non adatto ad un vero uomo). Nel giro di poche settimane di addestramento e trasformazione, sotto la sua guida, Jacob ha in mente di rilanciare un Cal a sua immagine e somiglianza sul mercato e cancellare il persistente ricordo della moglie.

A completare il cast, Emma Stone, figlia maggiore di Cal e promettente avvocato. Ben lontana dall’apprezzare uomini come Jacob, l’insoddisfazione della sua attuale relazione la spingerà a dargli una possibilità, che la costringerà a cambiare opinione. Non serve aggiungere che quando Cal verrà a conoscenza della loro storia non ne risulterà entusiasta. Abbiamo poi Kevin Bacon, che interpreta qui l’incarnazione della fine del matrimonio di Cal (secondo Cal). Ovvero l’amante e collega di Emily.

I problemi di cuore non risparmiano neanche i più giovani di età in Crazy, Stupid, Love. Ed è proprio Robbie a sperimentare le prime delusioni d’amore. Il figlio di Cal è infatti perdutamente innamorato (come lo si è a 13 anni) e non ricambiato, della sua 17enne babysitter Jessica, che in realtà ha messo gli occhi niente meno che su suo padre. Abbiamo poi Marisa Tomei, professoressa di inglese di Robbie che avrà una liason con Cal nella sua single era e John Carroll Lynch, nel ruolo di padre di Jessica.

Facebook
Twitter