Carosello Carosone: la storia vera dietro al film e tutte le canzoni

Questa sera avrete modo di recuperare un biopic sulla vita di Renato Carosone, musicista italiano di fama internazionale. Attraverso il film ripercorriamo tutta la sua storia, mentre le sue canzoni ci accompagnano alla scoperta del suo grande talento.
Eduardo Scarpetta in una scena del film Carosello Carosone

Oggi, 26 maggio 2024, verrà trasmesso, alle 21:25 su Rai1, Carosello Carosone, biopic che racconta la vita e la carriera del musicista Renato Carosone. Diretto da Lucio Pellegrini e con protagonista Eduardo Scarpetta, discendente dell’omonimo attore e commediografo, il film ripercorre la vita di Carosone, ispirandosi liberamente alla biografia Carosonissimo di Federico Vacalebre.

Carosello Carosone: di cosa parla

La pellicola inizia a New York, nel 1958. Renato Carosone sta provando i brani per il concerto alla Carnegie Hall, palcoscenico di grande prestigio sul quale camminano artisti di eccezionale rilievo. Mentre si trova al pianoforte, Renato ripercorre la sua vita. Adesso siamo a Napoli, nel 1937. Renato, a seguito del suo diploma da privatista al conservatorio di San Pietro a Majella, riceve dal padre un giradischi, col quale inizia ad appassionarsi alla musica americana.

Il giovane inizia così a costruire le sue prime composizioni, mentre nel frattempo frequenta diverse realtà nel mondo della musica. Le gioie, gli amori e la guerra sono alcuni degli aspetti della vita del musicista che vengono affrontate dal film. Il talento di Renato lo porterà su grandi palcoscenici, fino alla consacrazione di una carriera ricca di successi. 

La storia vera di Renato Carosone

Il film riesce a seguire abbastanza fedelmente il vissuto di Carosone. All’età di 17 anni, a seguito del diploma al conservatorio, Renato decide di accettare la proposta di un impresario per andare a suonare in un locale di Massaua. La scelta del musicista viene dettata non solo dalla sua passione, ma dal desiderio di aiutare economicamente il padre, rimasto vedovo poco tempo prima. Nonostante l’ottima paga, l’esperienza non fu delle migliori. Il pubblico, che arrivava da diverse parti d’Italia, non apprezzava particolarmente la musica napoletana. 

A seguito dello scoppio della guerra, Renato venne arruolato nell’esercito. La parentesi militare ricopre solo una piccola parte della sua vita. Tornato dalla guerra, Renato continuò a suonare ad Asmara, luogo nel quale si innamorò di Lita, una ballerina veneziana. Follemente innamorato, Renato sposò la donna e si occupò del figlio di lei. A seguito della guerra e delle sue esperienze africane, Renato iniziò a mescolare la musica napoletana con lo swing e il rock. 

Formò un primo gruppo, il terzetto Carosone, con Peter Van Wood alla chitarra e voce e Gegè Di Giacomo alla batteria. L’incontro con il paroliere Nicola Salerno, in arte Nisa, stravolse completamente la sua carriera, portando alla nascita di numerosi successi. Da questo momento Renato continuò il suo lavoro fino al ritiro annunciato in diretta. Il motivo principale di questo abbandono delle scene era il desiderio di fermarsi prima che il pubblico potesse trovarlo poco interessante.

Renato tornerà a solcare il palco diverse volte, tra cui la famosa tournée americana che lo portò al Madison Square Garden. Il musicista ottenne numerosi riconoscimenti nella sua carriera. L’America omaggiò il suo talento nel film Il Talento di Mr. Ripley, nel quale i protagonisti ballano a ritmo di Tu vuò fà l’americano. La storia del film è stata adattata nella serie Ripley, di cui trovate qui la nostra recensione. Renato morì nel sonno la mattina del 20 maggio del 2001 nella sua casa di Roma. 

Carosello Carosone, tutte le canzoni

Carosello Carosone vanta un comportano sonoro e delle musiche eccezionali. Alla cerimonia dei Nastri d’argento 2021, di cui qui trovate tutte le nomination, il film riuscì ad aggiudicarsi il premio per la miglior colonna sonora, curata da Stefano Bollani. Ovviamente, per quanto riguarda le canzoni, il film non può fare altro che immergere lo spettatore nel talento di Renato Carosone, le cui musiche risuonano lungo tutta la pellicola. Bollani ha curato personalmente gli adattamenti musicali, riproponendo in chiave blues i maggiori successi dell’artista. Di seguito trovate la lista completa con le canzoni del film.

  • ‘O Pellirossa
  • ‘O Sarracino
  • Bouncin’ at the club
  • Variazioni su preludio in do minore
  • Maruzzella
  • E la barca tornò sola
  • Lettera da Milano
  • L’Africa per noi
  • Ciribiribin
  • Torero
  • Tu vuò fà l’americano
  • La strada verso casa, pt.2
  • Renato, pt.1
  • Riconoscersi pt.2
  • Dietro le spalle, pt.2
  • Dietro le spalle, pt.1
  • Riconoscersi, pt.1
  • Renato, pt.2
  • La strada verso casa, pt.1
  • Lettera da New York
  • Caravan
  • Caravan petrol
  • Via alle danze

Ora non avete più scusanti, stasera correte a recuperare Carosello Carosone. Noi, come sempre, vi aspettiamo nei commenti per conoscere la vostra opinione sul film.

Facebook
Twitter