Barbenheimer è già successo: la sfida simile tra due film nel 2008

In questi giorni non si fa che parlare del fenomeno Barbenheimer: in quasi tutto il mondo (ma non in Italia) usciranno domani in sala, in contemporanea, due film agli antipodi ma entrambi attesissimi. Un simile accavallamento accadde nell’estate del 2008, tra due film che questa sfida la ricordano parecchio
Barbenheimer è già successo: la sfida simile tra due film nel 2008

Tomorrow Is The Day: per l’America e per quasi tutto il mondo, almeno. Che già da domani, al cinema, potrà godere dei due film forse più attesi dell’intero 2023: da un lato il kolossal storico dal cast All-Star di Christopher Nolan, Oppenheimer, dall’altro la trasposizione cinematografica super pop di Barbie ad opera di Greta Gerwig. Il fenomeno Barbenheimer, che accosta i due film mettendoli in simpatica competizione, sta spopolando.

Fenomeno che probabilmente porterà una gran fortuna ad entrambi i film: si sa che oggi come oggi nulla più di un meme a metà tra scherzo e competizione è utile per trainare l’hype verso due progetti distinti. E infatti le previsioni del box-office sono esaltanti, con Barbie lanciatissimo, ma anche Oppenheimer che si prepara ad incassi lusinghieri.

La campagna promozionale di Barbie è stata super pop e divertente come il film promette di essere, quella di Oppenheimer decisamente più seriosa e contenuta, in pieno stile Nolan. Tuttavia, non è la prima volta che si crea un accavallamento tra due titoli importantissimi e agli antipodi nel periodo estivo. E’ successa la stessa cosa nell’estate del 2008, e c’era sempre di mezzo Christopher Nolan.

Barbenheimer nel 2008: Il Cavaliere Oscuro contro Mamma Mia!

Una scena tratta da "Mamma Mia!"
Una scena tratta da “Mamma Mia!”

18 luglio 2008: The Dark Knight, l’iconico secondo capitolo della trilogia su Batman diretta da Christopher Nolan esce al cinema, con i suoi toni dark e cupi. E’ la Warner Bros a distribuirlo. Ma nella stessa giornata, la Universal lancia invece nei cinema quello che è destinato a diventare uno dei musical di maggior successo di sempre: Mamma Mia!.

E se il film di Nolan, con più sale a disposizione, debutta con un esorbitante weekend da 158 milioni di dollari, il musical di Phyllida Lloyd si difende benissimo con un secondo posto e 28 milioni di incasso. Ancora una volta, a far sorridere è la profonda diversità tra i due progetti: un tenebroso ed impegnato film nolaniano da un lato ed un adorabile musical leggero, divertente e al limite del kitsch dall’altro. In quel caso, ad ogni modo, a fine corsa i risultati furono straordinari per entrambi i film. A fronte di un budget di 185 milioni di dollari, Il Cavaliere Oscuro superò il miliardo di dollari incassati, mentre Mamma Mia!, costato circa 52 milioni, ne incassò più di 600, 12 volte tanto. 

In un momento storico in cui, con la concorrenza feroce dello streaming e il Covid che ha dato un’ulteriore mazzata al concetto stesso di visione in sala, il cinema soffre molto, e d’estate più che mai, Barbenheimer è un’ottima notizia. E’ un’ottima notizia che esistano ancora sfide cinematografiche capaci di catalizzare l’attenzione del grande pubblico e, speriamo, regalare ancora una volta grandi incassi a due film che senz’altro li meriteranno.

Facebook
Twitter