Asteroid City: quanto è costato? Ecco il bassissimo budget

Asteroid City, il nuovo film di Wes Anderson, arriva oggi 28 settembre 2023 nelle sale italiane. Un film a metà strada tra una commedia e un film di fantascienza ha già fatto molto discutere di sé. Ora un'altra curiosità legata al bassissimo budget utilizzato per la sua realizzazione.
Asteroid City: quanto è costato? Ecco il bassissimo budget

Asteroid City, l’ultima fatica di Wes Anderson, ha conquistato il cuore di milioni di spettatori in tutto il mondo, arrivando a guadagnare al box-office mondiale, per il momento, oltre 51 milioni di dollari. Un film ambientato in una versione retrò-futuristica degli anni ’50, che vuole essere sia meta-teatrale che meta-cinematografico. In una città nel deserto, conosciuta come Asteroid City, si svolge una convention di astronomia organizzata dal drammaturgo Conrad Earp, il quale vuole rendere partecipi gli spettatori della produzione dal vivo della sua commedia, della quale la convention fa parte.

Il film sta facendo molto discutere di sé dalla sua uscita, soprattutto per le curiosità legate alla produzione del film stesso (clicca se vuoi saperne di più sul film). Presentato al Festival di Cannes in lizza per vincere la Palma d’Oro, il film di Wes Anderson arriva anche nelle sale italiane. Infatti, da oggi 28 settembre 2023 potrete andare al cinema per guardare Asteroid City. Una domando che in molti si stanno ponendo è quanto è costato il film di Wes Anderson?

Asteroid City, il budget del film

Poster Asteroid City
Poster Asteroid City

Il nuovo film di Anderson, ancor prima dell’uscita nelle sale statunitensi, aveva attirato la curiosità dei giornalisti per quanto riguarda il compenso degli attori, in particolare per quello dell’attrice Scarlett Joahnsson. L’attrice, abituata a guadagnare dai 15 ai 20 milioni di dollari a settimana, per Asteroid City ha ricevuto un compenso di 4.131 dollari a settimana per due mesi di lavoro. Nonostante non ci sia un problema di fondo ad accettare una paga minima per un lavoro a cui si tiene, rimane la curiosità di capire cosa ha spinto l’attrice ad accettare, visto le cause che ha intrapreso nei confronti di altri lavori dove è stata poco retribuita.

Secondo quanto riportato dal giornale online AS Anderson ha scritto il film proprio pensando all’attrice: “Ero curioso: chi è questa persona? Come è arrivata qui, ad avere così tanto successo in quel momento? È una star del palcoscenico e dello schermo: cosa l’ha portata lì?“. Quindi questo porta a chiedersi perché una paga così bassa per l’attrice?

Asteroid City, dopotutto, ha avuto un budget di 25 milioni di dollari, quindi avrebbe potuto pagare di più l’attrice così come altri membri del cast. Voi cosa ne pensate? Non siete curiosi di sapere il perché di tali scelte? Fatelo sapere nei commenti.

Facebook
Twitter