Piccoli Brividi, recensione: su Disney+ un teen drama dai toni dark

Dai romanzi di R. L. Stine, un nuovo adattamento di Piccoli Brividi. La serie horror per ragazzi arriva su Disney+ in una veste più matura con le prime puntate cinque puntate. Rielaborando alcuni tra i più famosi romanzi della collana gli autori, Letterman e Stoller, portano sullo schermo la serie perfetta per questo periodo dell’anno.
I protagonisti di Piccoli Brividi nel poster della serie Disney+

Venerdì 13 ottobre su Disney+ è arrivata la prima parte serie Piccoli Brividi, nuovo adattamento dei romanzi horror per adolescenti di R. L. Stine. 

Dopo la serie cult del 1995 e i due film del 2015 e 2018, Piccoli Brividi torna in una nuova veste, abbandonando definitivamente l’aspetto antologico a favore di un unico filo narrativo. Regista del primo film, Rob Letterman diventa qui autore insieme a Nicholas Stoller (sceneggiatore di Yes Man I fantastici viaggi di Gulliver). 

Questa prima stagione riadatta cinque romanzi della collana: Foto dal futuro, La maschera maledetta, La pendola del destino, Vendetta strisciante e Il pupazzo parlante. Letterman e Stoller avrebbero voluto rilanciare il mondo di Piccoli Brividi in un’atmosfera più adulta e dark, ma saranno riusciti nel loro obiettivo?

Piccoli Brividi: la trama

Dopo aver organizzato una festa di Halloween nella disabitata casa Biddle, cinque compagni di scuola molto diversi tra loro evocano inavvertitamente una forza maligna. Il quarterback del liceo Isaiah, la studiosa Margot, l’outsider Isabella, l’eccentrico James e l’irrequieto Lucas si ritrovano a collaborare per scoprire la verità sulla morte di un loro coetaneo, Harold Biddle, trent’anni prima in un incendio. 

Poco dopo, nella cittadina si verificano strani fenomeni paranormali. Alcuni oggetti sembrano essere posseduti da una strana entità e tutti i ragazzi via via si ritroveranno a farci i conti. Isaiah trova nel seminterrato dei Biddle una vecchia Polaroid e la usa durante la festa. Ma le foto non si sviluppano come dovrebbero e immagini terrificanti sul futuro appaiono a Isaiah. Nello stesso momento Isabella scopre una inquietante maschera appartenuta a Harold. Indossandola Isabella trova il coraggio di rispondere alle offese dei suoi compagni di scuola, ma la maschera nasconde un lato pericoloso che si impossessa pian piano della giovane. 

Mentre combattono queste entità malvage e indagano sulla morte di Harold, i ragazzi scoprono un possibile coinvolgimento dei loro genitori nel mistero. Cosa nascondono le loro famiglie?

Riadattare il passato nella contemporaneità

I protagonisti di Piccoli Brividi in una scena della serie

Questo nuovo adattamento è composto da 10 episodi. Dopo aver rilasciato nell’unica giornata di Venerdì 13 (una data non casuale nel mondo del cinema horror) metà stagione, gli altri 5 episodi saranno disponibili uno alla volta con cadenza settimanale ogni venerdì.

Piccoli Brividi è la serie televisiva che ha segnato la generazione di adolescenti degli anni 90. Personaggi come il pupazzo parlante sono entrati nella memoria collettiva, continuando a suscitare negli spettatori più giovani quella pelle d’oca che dà il titolo alla serie di libri (Goosebumps nell’originale inglese). Questo nuovo adattamento del 2023 ripropone storie già presentate dalla serie del 1995 ambientandole nel nostro presente. 

Il linguaggio dei protagonisti è contemporaneo, così come i temi trattati. In questa stagione si parla di omosessualità e di cyberbullying, si mostrano video su TikTok e su Instagram. Al contrario del vecchio adattamento, l’età media dei protagonisti si alza: non sono più preadolescenti di 12 o 14 anni, ma adolescenti veri e propri, con i loro problemi da piccoli adulti.

Oltre le entità malvagie, mostri ben più spaventosi si insinuano nelle loro vite. Come la paura di perdere l’importante borsa di studio che consentirebbe di frequentare il college o il timore di dichiararsi al ragazzo di cui si è innamorati. Genitori che divorziano, padri assenti, sono queste le vere paure dei protagonisti di Piccoli Brividi

Un teen drama dalle atmosfere dark

I protagonisti di Piccoli Brividi in una scena della serie

Probabilmente alzando l’età dei protagonisti gli autori volevano ottenere come risultato un proporzionale aumento dell’età degli spettatori. In Piccoli Brividi 2023 i toni provano a essere più oscuri, nell’ottica di un’atmosfera spaventosa indirizzata a un pubblico non solo adolescenziale. Letterman e Stoller inseriscono nella narrazione alcuni jumpscare ben piazzati, che tengono alta la soglia dell’attenzione, soprattutto nella prima puntata diretta dallo stesso Letterman.

Purtroppo nel corso degli episodi quest’atmosfera viene meno con la messa in risalto dei problemi personali dei protagonisti. Ognuna delle cinque puntate uscite fino a questo momento è incentrata su uno di loro, per approfondire le loro personalità e dinamiche familiari. In un modello narrativo che ricorda molto It di Stephen King, e non a caso R. L. Stine è ritenuto lo “Stephen King dei ragazzi”, i cinque amici si faranno forza a vicenda per superare i loro problemi e sconfiggere insieme il mostro comune, perché sappiamo bene qual è l’unico antidoto alla paura

Con le nuove puntate in arrivo scopriremo se Piccoli Brividi tornerà a fare paura o se avvicinandosi troppo al presente ha perso per sempre lo spirito originario del tempo. Nel frattempo, se cercate altro tipo di intrattenimento su Disney+ questo mese, qui trovate tutte le uscite di ottobre sulla piattaforma.

Facebook
Twitter