White Plastic Sky

Una scena del film White Plastic Sky

Presentato al Festival di Berlino e, qualche mese dopo, al Festival del Cinema di Torino, White Plastic Sky è un film d’animazione ungherese diretto da Tibor Bánóczki e Sarolta Szabó. Girato con la tecnica del rotoscope mista ad animazione in computer grafica, il film è un’avventura in un pianeta distopico, rovinato dalle decisioni degli esseri umani passati, ora ostile alla vita come la conosciamo.

White Plastic Sky, con protagonisti Tamás Keresztes e Zsófia Szamosi, mostra un futuro a cui potremmo star veramente andando incontro, per quanto fantascientifico. La distanza è sempre minore e questo titolo ce ne mette in guardia. Il rapporto tra l’essere umano e la natura è più stretto di quanto riusciamo a pensare e, secondo gli autori, è arrivato il momento di rivalutarne le dinamiche e prendere una posizione in merito.

Trama

Budapest, anno 2123. Il pianeta Terra è diventato ostile a qualunque forma di vita animale e vegetale. Gli esseri umani sopravvissuti mantengono la loro fragile esistenza vivendo in città simili a quelle che conosciamo, ma protette da enormi cupole di plastica. La legge prevede che ogni cittadino viva al massimo 50 anni. Raggiunto il mezzo secolo di età, si verrà prelevati e trasformati in alberi, essenziali per il mantenimento della vita umana.

Nora è sposata con Stefan. Hanno da poco perso un figlio. Lui prosegue con il suo lavoro cercando di non farsi schiacciare dal dolore. Lei sembra non riuscirci. Decide di sottoporsi all’impianto prematuro del seme che la trasformerà in albero, una procedura prevista dal governo. Quando Stefan scoprirà che sua moglie sta per mutare geneticamente in maniera irreversibile, non riesce a crederci.

Grazie all’aiuto di hacker, scienziati ribelli e amicizie comode, Stefan e Nora usciranno dalla cupola per scoprire il mondo che l’umanità si è lasciata alle spalle. Non tutto è sempre stato così. La coppia si mette in dubbio e si discute. Si interrogano su cosa vuol dire essere degli esseri umani. Quanto importa il mantenimento della specie e quanto invece è importante valutarsi come individui?

Il rapporto tra i due muta. Allo stesso modo si modifica la loro percezione di natura e civiltà. Scopriranno i segreti che hanno portato l’umanità a questa infelice fine e dovranno prendere una decisione.

Facebook
Twitter
La locandina del film White Plastic Sky

Titolo Originale

Müanyag égbolt

Titolo ITALIANO

White Plastic Sky

Anno

2023

Programmazione

nessun valore

Paese di Produzione

Ungheria

Data di Uscita Originale

30/03/2023

Data di Uscita Italiana

28/11/2023

Genere

Animazione

Produttore

Tibor Bánóczki, Sarolta Szabó

Casa di Produzione e/o Distribuzione

20th Century Fox

Regista

Tibor Bánóczki, Sarolta Szabó

Attori Protagonisti

Tamás Keresztes, Zsófia Szamosi, Géza Hegedűs D., Judit Schell, István Znamenák, Zsolt Nagy, Márton Patkós, Renátó Olasz

Sceneggiatore

Tibor Bánóczki, Sarolta Szabó

Durata

111

Voto IMDB

6.8

Premi

Berlinale
Berlinale