Detenuto in attesa di giudizio

Detenuto in attesa di giudizio | CiakClub.it

Detenuto in attesa di giudizio è un film del 1971 diretto da Nanni Loy e interpretato da Alberto Sordi, in una delle sue rare interpretazioni drammatiche. Il film denuncia la malagiustizia e il degrado carcerario italiani, raccontando il calvario di un geometra romano, Giuseppe Di Noi, arrestato per errore alla frontiera e sottoposto a un lungo processo kafkiano. Il film si basa sul libro Operazione Montecristo di Lelio Luttazzi e sull’inchiesta televisiva Verso il carcere di Emilio Sanna. 

Il cast comprende anche Elga Andersen, Andrea Aureli, Nazzareno Natale, Michele Gammino, Gianni Bonagura, Antonio Casagrande e Lino Banfi. Il film fu prodotto da Gianni Hecht Lucari per la Documento Film e distribuito dalla Fida Cinematografica. La fotografia è di Sergio D’Offizi, il montaggio di Franco Fraticelli, le musiche di Carlo Rustichelli. Il film ebbe un buon successo di pubblico e di critica, vincendo il Nastro d’argento per il miglior soggetto originale.

Trama

Il film narra la drammatica storia di Giuseppe Di Noi, un geometra romano stabilitosi in Svezia dove ha costruito una famiglia e ottenuto una buona reputazione. Durante le vacanze estive, decide di fare ritorno in Italia con la moglie e i figli per far loro conoscere il suo paese natale. Tuttavia, appena oltrepassa il confine, viene fermato dalla polizia e arrestato con una motivazione oscura: è accusato di aver ucciso un cittadino tedesco in un incidente stradale avvenuto anni prima quando lavorava per una ditta edile.

Di Noi, convinto dell’errore giudiziario, si trova a fronteggiare un inferno carcerario, subendo soprusi, violenze, e umiliazioni da parte di guardie e detenuti. Nonostante la sua sicurezza sull’innocenza, non riesce a dimostrarla e viene trasferito da un carcere all’altro, soffrendo isolamento, maltrattamenti e minacce. La moglie, l’unica a sostenerlo, cerca disperatamente di far luce sulla sua situazione.

Di Noi, privato di speranza e dignità, si ammala fisicamente e mentalmente, partecipa a una rivolta carceraria, viene trasferito in un penitenziario per ergastolani e poi in un manicomio criminale. Dopo mesi di sofferenza, l’intervento di un avvocato d’ufficio e di un magistrato scrupoloso porta alla svolta. Si scopre che la morte del tedesco era causata dal crollo di un viadotto costruito dalla ditta di Di Noi, ma quest’ultimo non aveva alcuna responsabilità.

Rivelato il malinteso, il geometra viene prosciolto da ogni accusa e liberato dal carcere. Tuttavia, il suo calvario ha segnato profondamente la sua psiche, distruggendolo emotivamente e rendendolo un uomo spezzato. Nonostante la sua assoluzione, gli effetti devastanti del suo tragico percorso rimangono indelebili.

Facebook
Twitter
Detenuto in attesa di giudizio poster

Titolo Originale

Detenuto in attesa di giudizio

Titolo ITALIANO

Detenuto in attesa di giudizio

Anno

1971

Programmazione

nessun valore

Paese di Produzione

Italia

Data di Uscita Originale

27/10/1971

Data di Uscita Italiana

27/10/1971

Genere

Drammatico

Produttore

Gianni Hecht Lucari

Casa di Produzione e/o Distribuzione

Rai


Regista

Nanni Loy

Attori Protagonisti

Alberto Sordi, Elga Andersen, Andrea Aureli, Nazzareno Natale, Michele Gammino, Lino Banfi, Luca Sportelli, Tano Cimarosa, Silvio Spaccesi, Giovanni Pallavicino, Antonio Casagrande, Gianni Bonagura, Giuseppe Anatrelli, Mario Brega, Giovanni Attanasio, Mario Pisu, Gianfranco Barra, Omero Capanna, Fulvio Mingozzi, Antonio Spaccatini, Sergio Gibello, Nino Formicola, Franco Cremonini.

Sceneggiatore

Sergio Amidei, Emilio Sanna

Durata

99

Voto IMDB

7.6

Premi

Berlinale
Berlinale