Wes Anderson e Bill Murray visitano a sorpresa la cineteca di Bologna

In viaggio verso Roma per presentare L’Isola Dei Cani, Wes Anderson, Bill Murray, Roman Coppola e Jason Schwartzman hanno pensato bene di fermarsi a Bologna per fare un salto al Cinema Lumière, sede della ben nota Cineteca.

Il regista americano, che non viaggia in aereo, ha incaricato un assistente di contattare il direttore della Cineteca, Gian Luca Farinelli, per organizzare un incontro a porte chiuse e per visionare alcuni dei restauri che si realizzano continuamente nel capoluogo emiliano.

Queste le dichiarazioni di Farinelli, intervistato da La Repubblica: <<Anderson si muove solo in treno o in nave, non prende l’aereo, il che spiega perché era qui oltre che molte scene delle sue pellicole. Così mi han chiesto se nella loro serata sotto le Torri avrebbero potuto vedere alcuni dei nostri restauri, in particolare desideravano assistere a un programma di titoli dei primi del Novecento, che per molti versi ricordano Grand Budapest Hotel>>.

<<E’ da tanto tempo che siamo in contatto con Wes Anderson, due anni fa voleva venire al Cinema Ritrovato, poi all’ultimo saltò tutto. Tra l’altro si era, per così dire, autoinvitato, e naturalmente ne eravamo felicissimi. Questa volta è stato un incontro fugace, in ogni caso sono certo che prima o poi almeno Anderson tornerà, Bologna è ben presente nella sua mappa cinematografica e sembrava veramente dispiaciuto di non essere ancora riuscito a prender parte al nostro festival. Tra l’altro di recente è anche entrato nel board della Film Foundation di Scorsese e dunque ci conosce bene>>.

Anderson sarebbe rimasto affascinato dal cortometraggio del 1919, Coiffures et types de Hollande, ed era alla ricerca di altro materiale, che il direttore non ha potuto rivelare.

L’Isola Dei Cani, ultimo lungometraggio in stop-motion del regista americano, è stato di recente all’ultima Berlinale, di cui è stato il film d’apertura. Negli USA uscirà il 23 marzo, mentre noi avremo, come al solito, da aspettare di più, fino al 17 maggio.

 

Facebook
Twitter