U-571, il film con McConaughey è tratto da una storia vera?

U-571 è un film del 2000 su un sottomarino USA che ruba la Enigma da un U-boat nazista. Il film ha avuto successo ma anche critiche per la sua inesattezza storica. La pellicola altera e inventa fatti sulla guerra sottomarina, i codici nazisti e gli alleati.
Matthew McConaughey in una scena del film U-571

Va in onda stasera su Iris U-571, una pellicola del 2000 diretta da Jonathan Mostow, che narra l’impresa di un sottomarino statunitense che, nel 1942, si camuffa da U-boat tedesco con lo scopo di rubare la macchina Enigma da un U-boat nazista danneggiato. Il film, pur avendo riscosso un buon incasso, ha generato anche numerose controversie per la sua scarsa aderenza storica. Infatti, il film modifica e inventa diversi eventi riguardanti la guerra sottomarina, la decrittazione dei codici nazisti e il ruolo degli alleati nella seconda guerra mondiale. Vediamo insieme quanto c’è di veritiero dietro al film.

Il primo errore della pellicola è quello di attribuire agli americani il merito di aver catturato il vero U-571. Il mezzo fu affondato da un aereo australiano al largo dell’Irlanda nel 1944. Il film si ispira in realtà alla storia dell’U-110, catturato dai britannici nel maggio 1941, durante l’operazione Primrose. In quell’occasione, i marinai della HMS Bulldog riuscirono a salire a bordo dell’U-110 danneggiato e a recuperare una macchina Enigma e i relativi libri di codice, che furono poi portati a Bletchley Park, il centro di decrittazione britannico.

Il secondo errore del film è quello di far credere che gli americani furono i primi a catturare una macchina Enigma. In realtà, il lavoro di decrittazione iniziò già nel 1932, grazie a un gruppo di matematici polacchi che studiarono il funzionamento dell’Enigma e crearono dei prototipi per decifrarla. Nel 1939, i polacchi condivisero le loro scoperte con i francesi e i britannici. Gli esperti continuarono il lavoro di decrittazione a Bletchley Park, guidati dal genio di Alan Turing (di cui potete leggere la storia vera). 

Tra il 1940 e il 1941, gli alleati catturarono diverse macchine Enigma e libri di codice da vari U-boat. Ciò avvenne grazie alle azioni coraggiose di marinai e aviatori britannici, francesi, norvegesi e olandesi. Gli americani entrarono in guerra solo nel dicembre 1941. Le truppe contribuirono agli scontri sottomarini con i loro mezzi e le loro risorse, ma non furono determinanti per la decifrazione dell’Enigma.

Il terzo errore del film è quello di presentare una visione distorta e ingiusta del ruolo degli altri alleati nella guerra sottomarina, in particolare dei britannici e dei francesi. Il film mostra i britannici come incompetenti e deboli, incapaci di difendere le loro navi e i loro sottomarini dagli attacchi tedeschi. Il film accusa addirittura i francesi di essere dei traditori, che collaborano con i nazisti e li avvisano della presenza degli americani. Queste accuse sono infondate, visto che i britannici e i francesi combatterono con coraggio e sacrificio contro la minaccia degli U-boat.

In conclusione, U-571 è un film che sacrifica la verità storica a favore dello spettacolo e del patriottismo americano. Il film non rende giustizia ai veri eroi della guerra sottomarina. Questi furono i marinai e i decifratori di vari paesi alleati, che con il loro impegno e il loro ingegno contribuirono a sconfiggere il nazismo. Storici, veterani e politici hanno criticato duramente il film ed hanno chiesto al regista e ai produttori di scusarsi per aver falsificato la storia.

Se cercate un film più fedele vi consigliamo di guardare Caccia a Ottobre Rosso, di cui trovate anche la storia vera sul nostro sito!

Facebook
Twitter