Tutti tranne te, recensione: la rom-com che stavamo aspettando

Tutti tranne te, la rom-com che vi farà divertire ed emozionare allo stesso tempo, è arrivata nei nostri cinema il 25 gennaio 2024. Perdetevi nella calda brezza estiva insieme ai focosi protagonisti del film, ma attenzione a non accaldarvi troppo. Continuate a leggere per scoprire cosa ne pensiamo.
Glen Powell (Ben) e Sydney Sweeney (Beatrice) nel poster del film Tutti tranne te

Tutti tranne te, con la bellissima Sydney Sweeney e l’affascinante Glen Powell, è la commedia romantica di cui tutti noi avevamo bisogno. Due protagonisti che si odiano e si amano allo stesso tempo, dialoghi brillanti, ironici e originali che ricordano quelli della regina delle rom-com hollywoodiane Nora Ephron, la sceneggiatrice di Harry ti presento Sally, personaggi secondari che aiutano o ostacolano la relazione e l’immancabile corsa finale verso il vero amore, con tanto di dichiarazione, sono gli ingredienti necessari per dar vita a una commedia romantica come Tutti tranne te.

Tutti tranne te sembra voler gridare al ritorno tanto desiderato, ma mai espresso apertamente dal pubblico, di quelle commedie romantiche in grado di far sognare e immaginare quegli amori possibili ma allo stesso tempo impossibili, con cui un tempo il cinema hollywoodiano deliziava gli spettatori di tutto il mondo. Per farlo, gli sceneggiatori Will Gluck, il quale ne è anche il regista, e Ilana Wolpert hanno creato una storia ispirandosi alle opere di uno dei più grandi e influenti drammaturghi di tutti i tempi, William Shakespeare, in particolare alla commedia Molto rumore per nulla, non mancando di citare anche la tragedia che ha reso celebre il drammaturgo: Romeo e Giulietta.

“C’entra molto l’odio, in tutto questo. . .

Beatrice e Ben si conoscono per caso in un bar, si piacciono all’istante e finiscono per passare una notte di amore e passione, ma il giorno dopo, per un fraintendimento, i due si allontanano. Qualche tempo dopo si ritrovano a dover passare di nuovo del tempo insieme, quando vengono invitati al matrimonio della sorella di lei e dell’amica di lui. Tra Beatrice e Ben c’è un certo astio per come è finita la loro storia e quindi i loro amici escogitano un piano per farli riavvicinare. I due amanti, all’insaputa dei loro amici, fanno finta di stare al gioco per i propri scopi personali: lui per riconquistare la sua ex e lei per far capire ai suoi genitori che con il suo ex è finita. Ovviamente il tutto prenderà una piega inaspettata.

Come si può intuire dalla trama, il film gioca molto sui fraintendimenti e gli equivoci, proprio come accade nella commedia di Shakespeare. Tutti tranne te ricorda molto anche la commedia delle maschere, a cui lo stesso Shakespeare attinge, sia per il modo in cui alcuni personaggi secondari improvvisano dei discorsi al fine di portare i due amanti l’una nelle braccia dell’altro, sia per le maschere “metaforiche” che i due amanti indossano, dato che si ritrovano a dover recitare la parte degli innamorati per poter portare avanti il machiavellico gioco; quello stesso gioco che li porterà a non comprendere più dove finisce la finzione e inizia la realtà.

. . . ma anche l’amore”

Glen Powell (Ben) e Sydney Sweeney (Beatrice) in una scena del film Tutti tranne te

Il ruolo degli innamorati che i due si trovano a dover interpretare e il loro essere consapevoli di mettere in atto una messa in scena sembra essere un chiaro modo per dire agli spettatori che sanno di stare a recitare in una commedia romantica, insomma, una commedia che sa di essere commedia. Questo, però, sembra essere anche un chiaro riferimento alle pièce teatrali, con tanto di commediografi che creano la scena, in questo caso i loro amici, e attori che recitano la parte assegnata finendo per diventare quegli stessi personaggi, proprio come Ben e Beatrice.

I due sceneggiatori, infatti, non dimenticano il materiale di partenza e soprattutto il loro obiettivo di creare una commedia romantica attuale con uno sguardo al passato. Le citazioni alla commedia di Shakespeare Molto rumore per nulla non mancano, essendo il film stesso liberamente ispirato alla commedia. Proprio come Molto rumore per nulla presenta dei richiami alla tragedia Romeo e Giulietta, parodiandone alcuni eventi, così anche il film non manca di citarla, partendo dalla citazione iniziale “C’entra molto l’odio, in tutto questo, ma anche l’amore”, arrivando alla scena in cui i due giocano a fare Rose e Jack del Titanic sulla punta della nave, essendo il Titanic, come dichiarato da Cameron, ispirato alla tragedia shakespeariana, e passando per la scelta dei due amanti di tenere il loro gioco/amore segreto, così come il non essere d’accordo alla loro unione, almeno all’inizio, da parte dei genitori di lei.

Una coppia esplosiva

Glen Powell e Sydney Sweeney in una scena del film Tutti tranne te

C’è tanto amore nel film, amore per quella rom-com hollywoodiana alla Harry ti presento Sally, il film che non ci ha insegnato solo a fingere orgasmi, come raccontiamo nella nostra recensione, e che i due sceneggiatori non mancano di citare in modo implicito soprattutto nelle scene finali. La rom-com si vede sempre meno nei cinema. Basta pensare alle ultime due uscite, Bros e Ticket to Paradise, le quali ricordano anch’esse le rom-com create da Nora Ephron, che risalgono al 2022. Il cinema non deve dimenticare che lo spettatore entra in sala non solo per vedere i grandi effetti speciali, ma soprattutto per perdersi nelle grandi storie.

Tutti tranne te è una commedia romantica in grado di farvi divertire ed emozionare allo stesso tempo, grazie all’alchimia esplosiva dei due attori protagonisti, Glen Powell, che probabilmente lo rivedremo in Top Gun 3, e Sidney Sweeney, la Cassie Howard della serie Euphoria, che non sono solo una gioia per gli occhi ma anche dei talenti indiscussi. Tutti tranne te è una commedia che sa di essere commedia, che si ispira alle opere di Shakespeare e alle rom-com classiche, ma con uno stile moderno e provocatorio. Cosa aspettate? Correte al cinema a vederlo e fateci sapere nei commenti, attraverso i nostri social, cosa ne pensate.

Tutti tranne te vi aspetta al cinema dal 25 gennaio 2024.

Facebook
Twitter