Il trailer ufficiale di Summertime, la serie italiana in arrivo su Netflix

Circa un mese fa, veniva annunciata la data d’uscita ufficiale della serie italiana targata Netflix, Summertime. Oggi, è stato diffuso il primo trailer del teen drama italiano in arrivo il 29 aprile.

Summertime riadatta il celebre romanzo di Federico Moccia, Tre metri sopra il cielo, ed è la quarta serie originale italiana di Netflix, nonché il primo teen drama italiano.

Summertime, la trama

“Un’attrazione innegabile unisce Ale e Summer, due ragazzi che provengono da mondi molto diversi. Lui è un ex campione di moto, ribelle e deciso a riprendere in mano le redini della sua vita. Lei è una ragazza che rifiuta di omologarsi alla massa e sogna di volare lontano ma sa di essere il collante della sua famiglia. Il loro amore sboccerà allo schiudersi dei primi ombrelloni sulla spiaggia e crescerà forte e vibrante assieme al sole dell’estate. Per entrambi, le vacanze saranno un viaggio indimenticabile che li porterà lontano da quello che erano prima di conoscersi.”

I due protagonisti sono interpretati da  Coco Rebecca Edogamhe, che segna il suo esordio in questa serie, e Ludovico Tersigni (SKAM Italia). Nel cast ci sono anche Andrea Lattanzi (Sulla Mia Pelle) e gli esordienti Amanda Campana (Sofia), Giovanni Maini (Edo) e Alicia Ann Edogamhe (Blue).

Summertime

Il trailer di Summertime

Il trailer della serie diretta da Lorenzo Sportiello e Federico Lagi ci porta direttamente al caldo, sulla costa adriatica. Si capisce subito che la musica sarà un elemento importante di Summertime, che spazia tra i vari cantautori italiani e tocca generi diversi, indie, pop, rap, trap… Il cantautore Giorgio Poi ha collaborato alla supervisione della sonora e sentiremo le voci di Achille Lauro, Salmo, Franco126, Tommaso Paradiso, Gemitaiz e molti altri.

È la prima volta che Giorgio Poi compone una colonna sonora e ha commentato:

“Vista l’ambientazione ho pensato di utilizzare un set ‘da spiaggia’, ricorrendo quindi a chitarre classiche, shaker, tastiere e percussioni che poi ho arricchito con altri elementi come pianoforte, archi e sintetizzatori per raccontare i diversi sentimenti che emergono nella serie. L’obiettivo è stato quello di creare qualcosa di profondamente melodico, che potesse rimanere nella mente di chi ascolta, facendo così canticchiare la melodia”.

Questa e altre notizie nella sezione news di CiakClub.

Facebook
Twitter