Top 5 Zach Galifianakis: quando comicità fa rima con genialità

Conosciuto e ricordato principalmente per il pazzo personaggio di Ethan in Una Notte da Leoni, Zach Galifianakis si è pressoché mosso sulle scene in qualità di spalla comica e quasi mai come protagonista assoluto.  Proveniente da una formazione da commedia, l’attore greco si è dimostrato spesso anche un ottimo volto drammatico, dando prova di un talento che va al di là delle apparenze. Nella versione italiana poi, il doppiaggio di Roberto Stocchi non ha fatto altro che renderlo uno dei volti più simpatici della scena cinematografica.

Nel complesso, come molti altri colleghi, l’attore ha saputo sfruttare la sua bravura nel campo comico lavorando anche per la televisione e producendo contenuti per il web. Between Two Ferns,  ad esempio, è stata la rubrica parodistica più riuscita della star tanto che la stessa piattaforma di streaming Netflix l’ha riproposta in un film dopo dieci anni dal debutto televisivo.

La star di Una Notte da Leoni potrebbe anche mantenere il record del maggior numero di comparse in sordina degli ultimi anni: chi di voi sapeva, ad esempio, che l’attore era anche apparso in Into The Wild per esattamente 6 secondi?

Vi lasciamo ai 5 migliori ruoli di Zach Galiafianakis.

5) A Cena con un Cretino – Jay Roach (2010)

zach-galifianakis

Classica commedia americana, A cena con un Cretino è un altro titolo che ha esaltato e decisamente immortalato la performance di Zach Galifianakis. I più attivi sul web, ed esperti di meme, forse si ricorderanno la risata soffocata da “villain” e il bizzarro outfit con il dolcevita arancione ritagliato sul collo. Per il resto, possiamo dire che Jay Roach, il quale aveva già avuto modo di dirigere Ben Stiller nella trilogia comedy Ti Presento i Miei, ha saputo scegliere un altro incredibile interprete comico. In questo caso, la sua performance secondaria, quasi al limite della comparsa, rimane degna di nota per aver dato quel tocco in più di no sense alla situazione, una caratteristica che spesso gli si addice.

4) Birdman – o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) – Alejandro González Iñárritu (2014)

Sebbene nel film, il personaggio di Galifianakis abbia calcato ben poco la scena, risulta indimenticabile questa piccola ma intensa performance del cinema di Alejandro Iñárritu. Nei numerosi piani sequenza che documentano il baratro psicologico di Riggan Thompson (Micheal Keaton), Zach Galiafianakis si distacca dal suo personaggio classico per dare spazio a un ruolo che gli riesce ugualmente bene: il drammatico. Jake è infatti un produttore fiducioso e appassionato che sprona il proprio cliente, Thompson, a non far andare in pezzi il progetto di una commedia teatrale che, al momento, tra la mediocre trama e il magro cast, non avrebbe molte chance di successo. Pochi minuti di presenza ma decisamente ben piazzati.

3) 5 Giorni Fuori – Anna Boden e Ryan Fleck (2010)

In questo titolo, Galifianakis si sveste della sua indole comica e si butta totalmente a capofitto nel genere drammatico. Con un film che tocca rispettosamente il tema del suicidio e della depressione, volendo anche alternativamente dai registri classici, il personaggio di Bobby si rivela come una guida per il protagonista principale Craig Gilner (Keil Gilchrist), la star di Atypical. Con l’interpretazione di un personaggio complesso come questo, un padre depresso e con manie suicide, Galifianakis ha dato nuovamente prova di essere un attore completo e di saper reggere brillantemente una parte così delicata.

2)Una Notte da Leoni – Todd Philips (2009)

Impossibile pensare a Una Notte da Leoni e non ricordare il personaggio di Alan Garner; la performance di Galifianakis, anche se secondaria, si rivela infatti ancora una volta come uno degli anelli chiave della situazione. Se già Las Vegas è stata calcata negli anni come la famosa città del peccato e della perdizione, con la performance corale del gruppo, e soprattutto di Galifianakis, Todd Philips ha portato il cliché a un livello decisamente superiore. Oltre al Golden Globe per la commedia, il film ha anche assicurato all’attore un MTV Award per la Migliore Performance Comica, un premio più che meritato.

1) Parto Col Folle – Todd Philips (2010)

Secondo grande ruolo da co-protagonista per Zach Galifianakis che, questa volta, condivide la scena con Robert Downey Jr. In una commedia che tocca anche il genere del road movie, la performance di Galifinakis si palesa come un riuscito bilancio della serietà del personaggio di Downey, senza però scadere nel demenziale. Con il ruolo di Ethan Tremblay, l’attore ha sublimato la sua miglior performance comico-drammatica; con un palco tutto suo, non deve dimostrare di essere il più ridicolo del gruppo e, ad esempio, può permettersi di raccontare umanamente il dolore della perdita del proprio padre.

Cosa pensate di questa piccola classifica? Qual è la vostra performance preferita?

Per altri contenuti vieni a trovarci su CiakClub.it

Facebook
Twitter