Ti piacciono le serie sui serial killer? Per la scienza è preoccupante

Durante una puntata del Mel Robinson Podcast è stato trattato l’argomento delle serie sui serial killer e di come queste siano molto apprezzate dal pubblico. Nello specifico, la psicologa ospitata al programma ha spiegato il perché molte persone le trovino rilassanti.
Ti piacciono le serie sui serial killer? Per la scienza è preoccupante

Negli ultimi anni le serie sui serial killer stanno diventando sempre più presenti all’interno dei vari servizi streaming e non. Netflix ad esempio sfrutta molto questo genere proponendo al suo pubblico non solo numerosissime docu-serie sull’argomento ma anche prodotti di successo come Mostro: la storia di Jeffrey Dahmer.

Storie di questo genere vengono spesso riportate al cinema o in tv con l’obiettivo di raccontare una storia da non dimenticare. Il pubblico molto spesso ne rimane affascinato, dimenticando magari che il protagonista della storia non è quello per cui fare il tifo (vedi il caso Ted Bundy). Ma perché piacciono tanto queste vicende?

Durante il Mel Robinson Podcast, la psicologa Thema Bryant ha avuto modo di parlare di questo fenomeno, soffermandosi sul significato che può avere l’abitudine di conciliare il sonno col true crime. 

Le parole della psicologa sulle serie sui serial killer

Secondo la dottoressa rilassarsi guardando questo genere di programmi potrebbe rappresentare una sorta di familiarità col trauma. Di seguito le parole della psicologa: “ Se pensi di rilassarti prima di dormire guardando tre episodi di Law and Order chiediti perchè trovi il trauma così rilassante. Criminalità, violenza, attacchi. Questo ti calma prima di andare a letto”.

Successivamente venne chiesto alla Bryant cosa i suoi pazienti le raccontano di inerente al fenomeno: “ Molti di noi sono cresciuti in situazioni molto stressanti. Molti confondono la pace con la noia. È come se per trovare la quiete in noi stessi dovessimo cercarla nel malessere solo perché più familiare.”

Numerosi sono stati i commenti al podcast. Alcuni si rispecchiano nelle parole della dottoressa, altri hanno preferito precisare come ciò che li attiri in queste serie sia il lato investigativo, la soluzione del puzzle o la ricerca di giustizia per le vittime. E voi? Vi piace addormentarmi guardando serie sui serial killer? Vi ritrovate nelle parole della dottoressa? Diteci la vostra nei commenti!

Facebook
Twitter