The Suicide Squad: ecco perché King Shark non è uno squalo martello

E’ uscito da poco il primo trailer di The Suicide Squadche ha riscosso un grande successo. In particolare, i fan hanno apprezzato King Shark: lo squalo umanoide creato nel 1994 da Karl Kesel e apparso per la prima volta su Superboy (vol. 4) n. 9.

King Shark sarebbe dovuto apparire già in Suicide Squad nel 2016, ma fu sostituito con Killer Croc perché richiedeva meno effetti speciali. Tramite i suoi canali social, il regista James Gunn ha voluto dare alcune informazioni in più su questo personaggio, spiegando in particolare alcuni aspetti del design del personaggio.

Nei fumetti, infatti, King Shark è diverso da come lo vedremo in The Suicide Squad, in quanto ha la forma di uno squalo martello. Gunn ha invece deciso di dare al suo personaggio la forma di un grande squalo bianco. Come mai? Principalmente per motivi tecnici. Ha infatti spiegato: “Ho fatto dei test con il design come squalo martello, che adoro e pensavo di usare in origine. Ma gli occhi sui lati, così lontani gli uni dagli altri, rendevano le interazioni con gli altri personaggi incredibilmente goffe. Non riuscivi a capire che stava guardando un’altra persona, e le inquadrature tendevano a essere troppo larghe.”

https://twitter.com/JamesGunn/status/1375856041045319680

Gunn ha inoltre sottolineato di aver scelto per King Shark un fisico meno muscoloso rispetto al modello originale: la sua intenzione era quella di creare un design meno stereotipato e più “umano”. Allo stesso tempo, ha cercato di non renderlo troppo “carino”, al fine di non avere un nuovo Groot o Baby Yoda.

King Shark è interpretato in The Suicide Squad da Steve Agee, ma ha la voce di Sylvester Stallone. L’uscita del film è al momento prevista per il prossimo 6 agosto nelle sale americane. Così come gli altri film Warner del 2021, The Suicide Squad sarà distribuito in contemporanea al cinema e su HBO Max.

Questo e molto altro su CiakClub.it 

Facebook
Twitter