The Lobster, la spiegazione e il significato del finale del film

Primo film dal respiro internazionale per Yorgos Lanthimos, The Lobster coinvolge lo spettatore con la sua trama surreale ma lo sconvolge con la sua ambiguità. In onda questa sera in TV, ecco la spiegazione del finale aperto del film con protagonista Colin Farrell.
Colin Farrel in una scena del film The Lobster

Yorgos Lanthimos è senza ombra di dubbio il regista del momento, definito da molti persino come l’erede di Kubrick. Ebbene la sua ascesa oltre i confini ellenici risale al 2015 con quel The Lobster candidato immediatamente all’Oscar per la miglior sceneggiatura originale. Con protagonisti Colin Farrell e Rachel Weisz, il film riflette sulle relazioni in un futuro distopico, sorprendendo con il suo finale aperto.

Il presupposto di questo thriller grottesco (trovate qui la trama e la spiegazione approfondita) è per l’appunto la ricerca dell’amore assoluto in un mondo nel quale essere single è letteralmente vietato. Per questo motivo, dopo la rottura con la precedente compagna, David viene trasferito all’interno di un albergo nel quale gli ospiti hanno quarantacinque giorni di tempo per instaurare un rapporto con qualcuno e dare vita ad una nuova coppia. In caso di fallimento, come ricordato in fase d’iscrizione, la conseguenza è essere trasformati in un animale di propria scelta, nel caso di David l’aragosta del titolo.

Quello che si sviluppa è quindi un contesto surreale, durante il quale però il nostro protagonista decide di fuggire aggregandosi alla realtà dei solitari, ovvero individui contrari all’innamoramento, reietti della società cacciati da chi risiede nell’hotel per guadagnare pernottamenti. David passa quindi da un estremo all’altro soltanto che si innamora proprio di una donna miope dei solitari. Nelle fasi più concitate del finale i due decidono di scappare insieme soltanto che la donna è stata accecata dal leader dei solitari per aver contravvenuto la loro regola primaria.

È così che il protagonista si trova davanti ad un dilemma: diventare anche lui cieco. Questo perché per identificare il/la possibile compagno/a di vita è necessario avere qualcosa in comune, anche a livello apparente, di salute. Perciò David sembra determinato ad abbracciare la stessa condizione della donna amata ma ecco che il dubbio lo assale e lo spettatore rimane all’oscuro della decisione definitiva. Subentrano quindi inevitabili teorie che potremmo riassumere in un ridotto numero di opzioni.

La prima, forse la più accreditata, è quella della rinuncia. David, titubante sul da farsi, non compirebbe il gesto, denunciando con ancora più forza l’ipocrisia della società, dimostrando altresì un amore non così visceralmente corrisposto. In seconda battuta ci sarebbe l’opzione del fatto compiuto, quindi l’accecamento da parte di David, denotando per l’ennesima volta un mondo paradossale nel quale la coppia deve necessariamente essere uguale e l’impossibilità di essere realmente felici . Oppure un’altra possibilità è che David possa fingere la cecità per salvaguardare la propria vita, alternativa diventare un aragosta.

Lanthimos lascia quindi nell’ambiguità il pubblico internazionale che con fa così conoscenza del suo cinema disturbante e provocatorio, come dimostrato anche con il grande successo di Povere Creature! (questa la nostra recensione). Trovate The Lobster in onda questa sera 5 febbraio 2024 a partire dalle 21.15 su Cielo.

Facebook
Twitter