The Life of David Gale, spiegazione e significato del finale

Un film scomodo dal finale scomodo. The Life of David Gale affronta un questione assai delicata per gli Stati Uniti, ovvero la pena di morte. Ecco che la fine del racconto della vita del personaggio interpretato da Kevin Spacey presenta una forte provocazione.
Kate Winslet e Kevin Spacey in una scena del film The Life of David Gale

The Life of David Gale è uno di quei film nati con un presupposto manifesto di denuncia ma che per quanto narrato al suo interno, per molti, compie l’esatto opposto. Diretto da Alan Parker con protagonista Kevin Spacey e Kate Winslet, a fare discutere è soprattutto il suo finale.

Il film, prendendo spunto da situazioni reali, ripercorre la vita del professore di filosofia David Gale, fervente attivista contro la pena di morte presente in Texas, accusato di stupro e omicidio, quindi condannato alla pena capitale. A seguire il caso è la giornalista Bitsey Bloom, che però non vuole fermarsi alle apparenze ed è decisa a salvare l’uomo.

Nel finale infatti trova un filmato nel quale scopre come è accaduto l’omicidio di Constance Harraway. Quest’ultima infatti non è stata uccisa ma si è tolta la vita con il supporto dell’amante e collega Dusty Wright. Ma ancora un dettaglio non è chiaro. Perché le impronte di David Gale, ormai giustiziato, sono sulla scena del crimine?

Un seconda parte del filmato risponde alla domanda mostrando lo stesso Gale prendere parte al piano, uno stratagemma suicida per denigrare la pena di morte. In pratica il film porta avanti una provocazione, cambiando lo status del protagonista da innocente a colpevole, insinuando il dubbio di Bitsey, interpretata da una magnifica Kate Winslet (anche se non è uno dei sui film migliori), pure nello spettatore.

Per questo motivo The Life of David Gale contiene al suo interno una forte e voluta ambiguità, per andare ad alimentare maggiormente il dibattito su un tema così delicato in terra statunitense. Ecco quindi la spiegazione del finale e, se non aveste visto il film, questa sera 20 ottobre alle ore 21 su Iris potete recuperarlo.

Facebook
Twitter