The LEGO Movie, recensione: tanta creatività contro la tirannia

Oggi, domenica 15 ottobre, il film di animazione del 2014, intitolato The LEGO Movie, che è stato diretto dai registi Phil Lord e Christopher Miller, arriva su Amazon Prime Video per tutte le famiglie. Comico e di avventura, il film è il giusto mix per i gusti dei più piccoli e dei loro genitori. Questa è la nostra recensione!
I protagonisti del film The LEGO Movie

Immaginate se i nostri giocattoli preferiti, che ci hanno accompagnato durante l’infanzia, da cui non siamo mai davvero riusciti a separarci, avessero una coscienza. Come se potessero pensare. Sarebbe interessante. Questo è un po’ il tema del film The LEGO Movie, il film di animazione uscito nel 2014, diretto dai registi Phil Lord e Christopher Miller. Comico e d’avventura, il film è sicuramente adatto ad un pubblico eterogeneo, di diverse età. Analizzandolo più superficialmente, può risultare un prodotto per soli bambini, ma in realtà non è davvero così. Il suo significato di fondo, può essere colto da persone più adulte.

The LEGO Movie, la trama

I protagonisti di The LEGO Movie nel poster del film

Ci troviamo nel mondo dei mattoncini LEGO. Nella scena di apertura vediamo Vitruvius, un potente e saggio mago. Sta tentando di proteggere il “Kragle”, un’arma superpotente, che potrebbe distruggere il loro universo. Il nemico è Lord Business, un criminale che vuole impadronirsene. Quest’ultimo ha la meglio. Ma il mago gli parla di una profezia, che parla di un misterioso individuo, chiamato “Lo Speciale”. Secondo questa, la persona in questione sarebbe stata in grado di trovare il Pezzo Forte, capace di fermare l’arma una volta per tutte. Ma chi è questo personaggio così tanto speciale? E quali caratteristiche lo rendono tale?

A sorpresa, subito dopo, ma trasportati direttamente otto anni nel futuro, scopriamo per la prima volta la sua identità. Nella città LEGO di Bricksburg, un umile operaio è alle prese con la sua solita routine mattutina di preparazione per andare a lavoro. Il suo nome è Emmet Mattonowski. Lui passa la sua vita tra casa e lavoro, tentando di integrarsi al meglio. Non sembra essere uno che cerca problemi, ma questi arrivano puntualmente quando meno li si aspettano. Infatti, un giorno, il protagonista del racconto trova, in modo non esattamente inatteso, il così detto Pezzo Forte. È lui il prescelto.

Un film di resistenza

La scena di una battaglia nel film The LEGO Movie

Sembra abbastanza evidente. The LEGO Movie è un film contro la tirannia. Un racconto contro le oppressioni che, in questo prodotto, sono “implasticate” chiaramente da Lord Business. Questo, oltre che essere partito come criminale, arriva poi alla più alta carica politica all’interno del mondo LEGO. Come in una dittatura, il villain della trama tenta di abolire tutto ciò che possa compromettere il suo potere, tra cui la creatività. Ecco perché i Mastri Costruttori sono stati perseguitati, perché la loro creatività era considerata trappo caotica e anarchica, capace di far saltare gli schemi e l’ordine imposto. Insomma, un film sulla resistenza.

Creatività vs istruzioni

Will Ferrell e Jadon Sand in una scena del film The LEGO Movie

Il film di animazione unisce svariate tecniche cinematografiche. Tra queste, la CGI e la Stop Motion. In merito a quest’ultima, conosciuta anche come “animazione a passo uno”, che aggiunge quell’evidente tocco di meccanicità al movimento a scatti dei personaggi, rendendo le scene più credibili, riferendosi al mondo LEGO. Un po’ come è stato fatto anche per lo spin-off LEGO Batman – Il film (che abbiamo recensito qui). Oltre a queste, nelle scene finali, il film concede anche alcuni momenti in live action, con la partecipazione degli attori Will Ferrell e il piccolo Jadon Sand, che interpreta suo figlio. Un punto di svolta.

Grazie al contatto di Emmet con il mondo umano, si chiude il cerchio narrativo. Nonostante possa risultare un po’ uno spiegone, il film – inserito fra le uscite di ottobre su Prime Video, qui il catalogo completo – illustra come le scelte di Finn, estroso e creativo, e quelle di suo padre, molto più inquadrato, si riflettano sulle dinamiche interne al mondo LEGO. Ma è proprio qui che arriva il paradosso, poiché il film invita a non seguire le istruzioni e liberare la propria immaginazione, nonostante questo sia una visione alquanto ossimorica, se associata a quello specifico gioco di costruzione, che da sempre richiede il contrario.

Insomma, The LEGO Movie sembra davvero il film giusto per una rilassante serata in famiglia, perché non accontenta solo i gusti dei più piccoli, ma potrebbe piacere anche ai più grandi. Quindi non perdere tempo. Da oggi, il film è disponibile in streaming su Amazon Prime Video per tutti voi! Buona visione!

Facebook
Twitter