The Foreigner, quando il film di Jackie Chan spaventò Londra

Per iniziare la settimana con il piede giusto, lunedì all'insegna dell'action. Questa sera, dalle 21:15 su Italia 1, appuntamento con Jackie Chan e Pierce Brosnan in The Foreigner. Chan dovrà attingere al suo passato da soldato in Vietnam per vendicare la figlia.
Jackie Chan e Pierce Brosnan in una scena del film The Foreigner

16 ottobre, tutti sintonizzati su Italia 1 questa sera per The Foreigner, uno dei più recenti action del re delle arti marziali Jackie Chan (con permesso di Bruce Lee), qui in una veste meno comedy del solito. La pellicola si ispira al romanzo di Stephen Leather, The Chinaman.

Chan interpreta Quan, tranquillo ristoratore di origine asiatica che si è costruito una nuova vita a Londra, adattandosi ai ritmi della capitale britannica. Il suo mondo verrà sconvolto quando sua figlia rimarrà vittima di un attentato dell’IRA. Da allora la sua unica missione sarà rendere giustizia alla morte della figlia mettendosi sulle tracce degli assassini. Davanti ad una scarsa collaborazione da parte delle autorità, la sua missione seguirà però una pericolosa parabola, tramutandosi in una spietata vendetta, al di là dei limiti della legalità e dell’eticità.

Durante le riprese nella capitale, nella zona di Lambeth Bridge, fu necessario simulare un’esplosione. La messa in scena fu però particolarmente realistica. Infatti, in quella giornata, arrivarono a Scotland Yard diverse segnalazioni di “possibili attacchi terroristici” in atto in città. Ad alimentare il dubbio c’è da dire che contribuì il fatto che i cittadini residenti non furono allertati dalla produzione e quindi non erano preparati per improvvise esplosioni.

A fianco al già citato Jackie Chan, figura nel cast di The Foreigner anche Pierce Brosnan. L’ex 007 (qui le novità sul futuro dell’agente più celebre del MI6) interpreta Liam Hennessy, politico irlandese noto per i suoi legami con l’associazione terroristica dell’IRA. Quan cercherà di carpirgli delle informazioni, ma l’uomo negherà qualsiasi contatto recente con i terroristi e con l’attacco dei giorni precedenti.

Quan, non pienamente convinto dell’innocenza di Hennessy, si metterà a caccia del viceministro e di una confessione, a colpi di intrighi, minacce e attacchi corpo a corpo, in una caccia aperta in cui però non sono altro che pedine di un disegno più grande. Per rimanere in tema di attentati nelle grandi capitali, vi consigliamo l’ultimo film di Alice Winocour, Revoir Paris, arrivato da poco nelle sale italiane. Qui la regista dà la sua personale e toccante lettura del dramma del Bataclan.

Facebook
Twitter