The Creator: dove è ambientato il film con John David Wahsington?

Oltre che per il conflitto tra umani ed intelligenze artificiali The Creator, il nuovo film di Gareth Edwards con protagonista John David Washington, sta facendo parlare di sé anche per le particolari location scelte per le riprese e i tutt’altro che velati ed immediati riferimenti cinematografici.
The Creator: dove è ambientato il film con John David Wahsington?

Arrivato molto in sordina alla data d’uscita, The Creator sta invece catturando l’interesse di molti. Incentrato sul conflitto tra umani e intelligenze artificiali in un non troppo lontano 2070, il film ha conquistato parte della critica per la sua ambientazione che risulta centrale all’interno della trama. La popolazione occidentale infatti è contraria all’uso delle IA, mentre in oriente, dove si trova il fantomatico Creatore, le stesse sono ampiamente utilizzate.

Ecco che le terre asiatiche hanno acquisito una grande importanza per il film. La lavorazione è stata quindi molto dispendiosa per quanto riguarda gli spostamenti, infatti il film, come specificato dal regista Gareth Edwards in una lunga intervista per Collider, è stato girato in 80 differenti location. Sfruttando un numero ridotto di collaboratori, la troupe si è spostata dal Nepal alla Cambogia, dalla Thailandia a Tokyo e, molto rilevante, anche in Vietnam. La maggiore difficoltà è stata quella climatica durante i sei mesi di riprese, con temperature quasi sempre attorno ai 40°.

The Creator: sulle orme di Apocalypse Now

Una foto dal set di The Creator
Una foto dal set di The Creator

Come detto, l’aver compreso il Vietnam conferma molte delle sensazioni ritrovate da chi ha già potuto rivedere il film, ma soprattutto quelle che sono state le influenze del regista, da lui stesso rivelate. Se per l’aspetto tecnologico è subentrato un film come Blade Runner, per la tematica della guerra in Asia è immediata la correlazione con Apocalypse Now, così come con Platoon. Non solo film di guerra, ma di denuncia verso un conflitto occidente-oriente che cerca ancora risposte.

Dinamiche che, secondo quanto noto, sono per certi versi riproposte nel film di Edwards che attinge quindi a luoghi dal profondo significato storico, legati fortemente ad immagini e sensazioni del cinema passato. Luoghi “contaminati” dalla componente fantascientifica ma suggestivi ed impreziositi dall’apporto di Greig Fraser come direttore della fotografia, premio Oscar nel 2022 per quella realizzata in Dune.

The Creator è al cinema da oggi, 28 settembre, e per scoprire tutto quello che c’è da sapere sul film continuate a seguire tutti gli approfondimenti sul nostro sito.

Facebook
Twitter