Terry Gilliam è al lavoro su un film ideato da Stanley Kubrick

Terry Gilliam, in un’intervista rilasciata a La Repubblica in occasione del Ventotene Film Festival, che lo vedrà come ospite in diretta streaming il 29 luglio, ha stupito tutti dichiarando di stare lavorando a un film su un’idea di Stanley Kubrick.
Prima del lock-down, infatti, il regista britannico era già pronto per iniziare le riprese del film che, a suo dire, nasce da un’idea di Kubrick e aveva già la sceneggiatura e il cast al completo.

“Stavo lavorando a questo film che era originariamente un’idea di Stanley Kubrick e avevamo un copione e un cast, ma il lockdown ha rovinato tutto.
Quindi al momento quello che sto facendo è lavorare a un libro che raccolga gli storyboard di tutti i film che ho fatto fino a oggi.

Le riprese del nuovo film di Terry Gilliam sarebbero dovute iniziare a settembre, ma ad oggi sembra che il tutto sia naufragato e il regista non ha specificato se il progetto sarà più realizzato. La speranza è, ovviamente, di tornare a vedere sul grande schermo un film del visionario membro dei Monty Python, reduce dall’insuccesso al botteghino del travagliatissimo L’uomo che uccide Don Chisciotte.

Durante il Ventotene Film Festival verrà proiettato Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, film del 2009 che incontrò anch’esso una difficile produzione a causa della morte di Heat Ledger, protagonista del film.
Nell’intervista Terry Gilliam non si è lasciato sfuggire qualche commento sull’attualità, in particolare in merito alla Brexit e al lockdown.

Nel 2016 ho finalmente ottenuto la cittadinanza britannica al 100%, non più americana, totalmente britannica, cosa che pensavo significasse che ora ero europeo al 100%.
E il 2016 è quando la Gran Bretagna ha deciso di lasciare l’Unione Europea. È pazzesco. Sono bloccato in un paese che non sarà europeo, e voglio far parte dell’Europa. […] L’America è finita. Trump ha distrutto l’America.”

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter