L’uscita di Tenet è stata rimandata a data da destinarsi

E’ arrivata la notizia che oramai in molti si aspettavano: l’uscita di Tenet, l’attesissimo film di Christopher Nolan, è stata rimandata a data da destinarsi. La causa dell’ennesimo rinvio del film è la pandemia di coronavirus che negli Stati Uniti sta contando, giorno dopo giorno, sempre più contagi e sempre più vittime.
Di fronte a uno scenario del genere, l’uscita negli Stati Uniti di Tenet, prevista per il 12 agosto, diventa improponibile e ingestibile.

Il numero di sale che negli Stati Uniti è rimasta chiusa dopo la fine del lockdown è infatti molto alto e, nel numero, sono comprese anche le sale di grandi metropoli come New York che da sole costituiscono un vastissimo bacino di incassi per i film statunitensi.
Inoltre sono molte le zone del paese che sembrano apprestarsi a un secondo lockdown e ciò rischia di costituire un ulteriore freno al film di Christopher Nolan.

Toby Emmerich, presidente della Warner Bros., tuttavia, non ha chiuso le porte a una distribuzione nel mercato estero di Tenet. Il film di Christopher Nolan potrebbe quindi uscire prima all’estero, e quindi anche in Italia, che negli Stati Uniti.
Questo quanto da lui dichiarato:

Condivideremo a breve la nuova data d’uscita di Tenet, la strabiliante e originale opera di Christopher Nolan, per il 2020. Non stiamo trattando il film come un tradizionale lancio globale day-and-date e questo verrà riflesso perfettamente dai nostri prossimi piani di marketing e distribuzione.”

Dalle parole di Emmerich quindi si può ben dedurre che il film potrà arrivare prima nei paesi in cui il contenimento della pandemia è maggiore, paesi nei quali le sale cinematografiche riescono ad attrarre un maggior numero di pubblico.
Una cosa è per ora certa: Tenet è un film che non può permettersi di floppare o di avere incassi sotto le aspettative dal momento che la produzione del film è costata quasi 200 milioni di dollari e ogni milione perso potrebbe avere gravi conseguenze.
Seguiranno aggiornamenti.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter