Smetto quando voglio, trama e cast del film con Edoardo Leo

Smetto quando voglio è una commedia italiana del 2014 diretta da Sydney Sibilia. Il divertente film è stato acclamato per la sua comicità e il suo cast che, tra i molti, vede i nomi di Edoardo Leo. Libero De Rienzo, Valeria Solarino e Paolo Calabresi. Vediamo di seguito la trama e il cast completo.
Il cast del film Smetto quando voglio

Smetto quando voglio è il brillante e divertente esordio alla regia di Sydney Sibilia. Il film, uscito nel 2014, è diventato un piccolo cult nella filmografia comica italiana, conquistando pubblico e critica grazie alle sue battute graffianti e ai suoi interpreti. Il cast del film, infatti, è composto da alcuni dei migliori volti del cinema comico italiano. C’è molto Boris in questo film, ma ci sono anche i toni che ritroveremo nella filmografia del giovane cineasta. Il regista italiano, infatti, è stato in grado di trovare un divertente connubio tra acume e ilarità, partendo proprio da questo film.

Una produzione Fandango e Rai Cinema che oggi sarà disponibile alla visione sul digitale terrestre. Smetto quando voglio ha un cast brillante che Sibilia è riuscito a far funzionare creando una chimica unica e, a tratti, iconica. Il volto principale è quello di Edoardo Leo, brillante attore e regista vincitore di numerosi premi, soprattutto all’estero. A spalleggiarlo nei panni del professore Pietro Zinni vediamo Valeria Solarino, nelle vesti della fidanzata Giulia. La squadra di professori improvvisati criminali, invece, è composta da Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti e Segio Solli.

Alcuni di questi nomi, come Aprea, Calabresi e Sermonti, li abbiamo già visti lavorare insieme in vesti comiche nel sopracitato Boris, la serie italiana sul making of di una serie italiana, diventata un culto tra gli appassionati. Rivedere questi nomi lavorare assieme è una gioia sia per i fan che per chi li vede per la prima volta, dove è impossibile negare che la loro chimica non crei un qualcosa di esilarante. Fresi, invece, è un altro volto iconico del cinema italiano più recente. In questa trilogia l’attore si distingue per i tempi comici naturali, conditi da sguardi e interazioni perfettamente divertenti.

Impossibile non notare, poi, la presenza carismatica di Libero De Rienzo, l’attore purtroppo scomparso troppo presto che spicca in ogni film in cui ha un ruolo.

Trama di Smetto quando voglio

Il film è ambientato a Roma nel 2014. Pietro Zinni è un giovane professore e ricercatore universitario. Ha concluso gli studi in neurobiologia sperando di poter lavorare nel campo, ma la crisi e la mancanza di fondi lo costringono ad una vita precaria. Le sue ricerche, infatti, non trovano più i fondi necessari e il nostro eroe si ritrova senza lavoro. Per non deludere la compagna Giulia, Pietro si inventa un altro modo per guadagnare soldi. Le sue ricerche lo hanno portato a scoprire come sintetizzare una molecola stupefacente non ancora classificata dal Ministero della Salute. Spaccerà questa sua nuova pasticca, ma gli serve una mano.

Si rivolge a dei vecchi amici anche loro professori precari. Vediamo, infatti, come tutti questi ricercatori vivano svolgendo lavori che non riguardano minimamente i loro studi, accontentandosi di stipendi miseri. Mattia e Giorgio sono due latinisti che lavorano da un benzinaio. Alberto, chimico ma lavapiatti di professione. Bartolomeo, laureato in economia gestisce partite di poker in una comunità rom. Arturo lavora nei cantieri di Roma, nonostante la laurea in Archeologia e Andrea, antropologo, cerca di farsi assumere da uno sfasciacarrozze.

Pietro mette su il team. Insieme sintetizzeranno e venderanno la loro nuova droga. In breve tempo si arricchiranno ma questa scelta di vita, per quanto remunerativa, comporta costi e rischi. Il gruppo, infatti, attira l’attenzione di Murena, il boss criminale che gestisce il giro di sostanze stupefacenti a Roma. Il mafioso non intende dividere i territori e vuole impossessarsi della sostanza degli accademici. Per fare ciò ricatterà il team. Nel frattempo i professori dovranno fare i conti anche con la legge e co loro stessi. Le conseguenze delle loro decisioni sulla loro vita privata non tardano a farsi sentire.

Crisi di coppia, dipendenza e crisi esistenziali. Tutto questo cercando di non farsi beccare dalla polizia e provando a non farsi uccidere dalla criminalità organizzata. Smetto quando voglio è disponibile alla visione oggi Martedì 6 Febbraio 2024 su Rai Tre alle ore 21:20.

Facebook
Twitter