Shogun: spiegazione del finale della prima stagione

Shogun, si è appena conclusa la prima stagione del nuovo show di Disney+ ispirata all’omonimo romanzo del 1975 di James Clavell, a sua volta basato sulla vera storia di Tokugawa Ieyasu, il primo Shogun del periodo Edo giapponese. Cosa è successo nell’adrenalinico finale? Scorrete per scoprirlo!
Hiroyuki Sanada nei panni di Yoshii Toranaga nella serie Shogun del 2024

Si conclude oggi Shogun, la prima stagione della nuova serie di Disney+ basato sull’omonimo romanzo del 1975 di James Clavell. Il romanzo di Clavell prende ispirazione dalla vera storia di Tokugawa Ieyasu, il primo Shogun del periodo Edo giapponese, ma ricrea un Giappone feudale del diciassettesimo secolo abitato da personaggi fittizi. Il romanzo ebbe da subito un successo straordinario, tant’è che negli anni ’80 era già stato adattato per il piccolo schermo con una miniserie.

Anche il nuovo adattamento del 2024 ha fatto faville, collezionando decine di recensioni positive (tra cui anche la nostra, che trovate qui). Oggi siamo finalmente giunti all’ultima puntata della prima stagione, un finale che vi farà restare incollati al vostro divano per tutta la durata dell’episodio. Nel caso, però, foste rimasti confusi da qualche passaggio, ci pensiamo noi a ricapitolare il finale!

Di cosa parla Shogun

Shogun può ben essere vista come la storia di un incontro tra due uomini ambiziosi, che provengono da mondi estremamente differenti. Il primo è il britannico John Blackthorne, un marinaio che finisce per naufragare nel Giappone dal tardo sedicesimo secolo. Il secondo è il potente daimyo Yoshii Toranaga, in conflitto con pericolosi avversari politici per diventare il prossimo leader del Giappone. A connettere i due uomini c’è Mariko, ragazza di umili origini al servizio di Toranaga che svolge il ruolo di traduttrice per Blackthorne. Shogun prende ispirazione da fatti realmente accaduti: il personaggio di Blackthorne è ispirato al navigatore britannico William Adams, che in Giappone divenne un samurai al comando del daimyō e futuro fondatore dello shogunate Edo Tokugawa Ieyasu, a cui è invece ispirato Toranaga. La serie segue la perigliosa ascesa politica di Toranaga.

Spiegazione del finale di Shogun

Il finale, nonostante qualche differenza rispetto al libro, mostra la ferma volontà di Toranaga di rovesciare gli antichi governatori del Giappone e prenderne il posto, come viene rivelato nella sua conversazione con Yabushige, signore di Izu. Il sogno di Toranaga è quello di un Giappone senza guerre interne e lui occupare il posto di leader militare assoluto in quanto prima shogun di questa nuova era. Nessuno degli alleati di Toranaga era al corrente del suo vero piano ed è stato forse proprio questo a determinare il successo del suo piano.

Infatti, nonostante non venga mostrata la battaglia tra Ishido e Toranaga, possiamo presumere che la vittoria sarebbe stata di Toranaga. Infatti, Tokugawa Ieyasu, la sua controparte storicamente esistita, trionfò nella battaglia di Sekigahara contro l’avversario Ishida Mitsunari, nello show trasposto come Ishido Kazunari, uno dei cinque Reggenti del Giappone e principale avversario di Toranaga.

La morte di Mariko nell’episodio 9 aveva portato molti vantaggi a Toranaga, creando instabilità al castello di Osaka e facendo sì che i daimyos perdessero fiducia in Ishido, una volta scoperto che il Reggente tratteneva degli ostaggi. Ma, soprattutto, la morte di Mariko ha fatto sì che Ochiba-no-kata, consorte del defunto Taikō e madre del suo unico erede, nonché legatissima a Mariko, passasse dalla parte di Toranaga, non volendo rischiare la morte del figlio in una battaglia contro il futuro shogun. Il supporto di Ochiba-no-kata, per Toranaga fa sì che molti antichi alleati di Ishido cambino fazione, sancendo in questo modo, senza necessità di mostrare alcuna battaglia, la sconfitta di Ishido.

Ma ora passiamo al destino di John Blackthorne. La sua nave per tornare a casa viene fatta bruciare proprio da Toranaga, che intanto si adopera affinché la colpa ricada su Ajiro. Sembra che la ragione per cui Toranaga volesse tenere Blackthorne in Giappone è perché lo facesse ridere, ma il maggior vantaggio apportato da Blackthorne all’antico signore del Kanto era un’utile fonte di distrazione. Infatti, tanto il Concilio dei Reggenti quanto i mercanti portoghesi erano stati talmente occupati a preoccuparsi dell’inglese, da permettere a Toranaga di agire indisturbato. Inoltre, la distruzione della nave di Blakcthorne era in parte stata architettata dalla stessa Mariko, con la promessa che in cambio la vita di John sarebbe stata risparmiata.

La sequenza iniziale dell’episodio che vedeva un vecchio John Blackthorne con i suoi nipoti a raccontare storie di battaglie è da considerarsi un sogno più che un flashforward, dato che nella visione John stringeva tra le mani la croce di Mariko, che invece sappiamo essere stata dispersa in mare. Anche perché non è detto che John ritorni in Inghilterra. Toranaga dichiara, infatti, che rivelerà a John la verità sulla sua prima nave solo quando l’inglese finirà di costruirne una seconda, ma probabilmente lo shogun farà bruciare anche quella, implicando che il destino di John potrebbe essere quello di restare in Giappone per sempre.

Infine, veniamo alla morte di Yabushige, condannato a commettere seppuku (un suicidio rituale) dopo essere stato esposto come cospiratore di Ishido nell’attacco al Castello di Osaka. L’ultimo desiderio di Yabushige è conoscere il vero piano di Toranaga e quest’ultimo, scelto come secondo per assistere al seppuku e consapevole che Yabushige si porterà il segreto nella tomba, glielo rivela, fino ai minimi dettagli. Pur non rispondendo direttamente alla domanda sul se volesse da sempre diventare il nuovo shogun, il sorriso di Toranaga serve come implicita risposta affermativa.

Ecco tutto ciò che accade nel finale di Shogun! Se vi è piaciuto, qui trovate ciò che sappiamo sulla stagione 2. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti a tema cinema e serie tv!

Facebook
Twitter