Shogun: la storia vera che ha ispirato la serie Disney+

La storia è da sempre fonte di ispirazione per opere letterarie e cinematografiche. Questo vale anche per le serie tv, come ad esempio la recente Shogun. Il titolo racconta la storia del primo shogunato del periodo Edo e ciò che ha portato alla nascita di un’insolita amicizia.
Hiroyuki Sanada in una scena della serie tv Shogun

Shogun, acclamata serie storica disponibile su Disney+, ha da poco trovato la sua conclusione in un epico finale in pieno stile samurai. I creatori della serie, Rachel Kond e Justin Marks, prendono spunto per il soggetto dall’omonimo romanzo di James Clavell, il quale a sua volta racconta fatti realmente accaduti durante il periodo Edo in Giappone.

Di cosa parla Shogun

Nel Giappone feudale del XVII secolo, durante il periodo Edo, due potenti signori, Ishido e Toranaga, si contendono il ruolo di Shogun, la più alta carica militare del paese. Durante le tensioni fra le due casate, una nave inglese naufraga sulle coste. Fra i pochi sopravvissuti al disastro troviamo John Blackthorne, marinaio inglese che viene trovato e fatto prigioniero. Grazie alle sue capacità, l’uomo dovrà integrarsi all’interno di un mondo a lui sconosciuto e molto lontano da casa.

Mariko, una donna fedele a Toranaga e recentemente convertita al cristianesimo, diventa l’unico mezzo di Blackthorne per comunicare, iniziando ad instaurare con lei un rapporto che col tempo diverrà sempre più intimo. Il racconto di Clavell, che presenta alcune differenze con la serie, trae ispirazione dalla storia vera di Tokugawa Ieyasu, primo Shogun del periodo Edo.

La storia vera dietro Shogun

All’inizio del seicento, la famiglia Tokugawa iniziò ad affermare la propria supremazia. Il Giappone si trovava in un periodo di crisi a causa della poca coesione tra i vari feudi, in continua lotta per motivi politici, sociali ed economici Nel 1603, grazie ad una grande abilità militare, Tokugawa Ieyasu ottenne il titolo di Shogun, riuscendo a riunire il paese sotto un unico signore. Lo shogunato di Tokugawa venne caratterizzato da un periodo di pace e di profondo isolamento del paese, basato prevalentemente su un sistema che garantiva totale fedeltà nei confronti dello shogun. 

Questa “segregazione” del paese durò all’incirca due secoli, ma con le dovute eccezioni. Sembrerebbe che il 19 aprile del 1600, il marinaio inglese William Adams sia sbarcato sulle coste dell’arcipelago. Cinque navi, partite due anni prima da Rotterdam, avrebbero dovuto solcare i mari del Giappone, ma solo due di esse riuscirono a sopravvivere alla forza di quelle acque. Adams, uno dei pochi ad essere sopravvissuto, divenne consigliere di Tokugawa. Grazie alle sue conoscenze matematiche e alla sua abilità come costruttore di navi, ottenne in poco tempo il favore dello shogun, divenendo un samurai straniero. 

Grazie a lui, inglesi e olandesi, poterono stabilire fattorie commerciali in Giappone. Tokugawa ha ispirato il personaggio di Toranaga, interpretato nella serie da Hiroyuki Sanada, mentre William Adams è John Blackthorne, il cui ruolo è stato affidato a Cosmo Jarvis. Shogun è disponibile su Disney+, insieme a tutte le nuove uscite di aprile. Vi aspettiamo nei commenti per conoscere la vostra opinione sulla serie. 

Facebook
Twitter