San Valentino: 10 titoli da vedere col proprio partner (e DOVE)

In occasione di San Valentino, la redazione di CiakClub ha realizzato una lista di dieci titoli riguardanti il tema dell’amore in tutte le sue sfaccettature. Sia che questo sia per voi un San Valentino pieno d’amore, sia che lo sia un po’ meno, questa è la lista che state cercando se volete innamorarvi della Settima Arte.
San Valentino: 10 film da vedere col proprio partner (e DOVE)

Quel periodo dell’anno è arrivato. San Valentino è qui e noi di CiakClub non ci siamo fatti trovare impreparati. Tra frasi sdolcinate, cioccolatini, baci e abbracci, non c’è niente di meglio di un buon film per creare atmosfera. Che il tuo sia un San Valentino pieno d’amore o…un po’ meno, ecco dieci titoli che ti faranno innamorare della Settima Arte.

In the Mood for Love – Wong Kar-wai (2000)

Due vicini di casa sospettano che i rispettivi coniugi li tradiscano. I due condividono i propri dubbi e, una volta entrati in confidenza, finiscono per innamorarsi l’uno dell’altro. Nel capolavoro assoluto di uno dei maggiori autori del cinema orientale, Wong Kar-wai, l’amore è prendersi e lasciarsi, lasciarsi e ritrovarsi, senza mai trovare pace e conforto nell’abbraccio dell’amato. Capolavoro imperdibile. Lo trovate su Mubi.

Ritratto della giovane in fiamme – Céline Sciamma (2019)

1770. Marianne è una pittrice cui è stato affidato l’incarico di ritrarre la giovane Héloise in vista delle sue nozze. Vista il rifiuto della futura sposa nel farsi dipingere, Marianne è costretta a ritrarla di notte, osservandola attentamente durante il giorno. Ma il rapporto lavorativo, ben presto, si trasforma in un amore tragico dal destino crudele. Preparate i fazzoletti. Lo trovate su Now.

Ricomincio da capo (a San Valentino) – Harold Ramis (1993)

Il due febbraio è già passato. Il due febbraio è già passato. Il due febbraio è già passat…Scherzi a parte, Ricomincio da capo racconta il Giorno della Marmotta di uno spocchioso meteorologo (Bill Murray) che, rimasto intrappolato in un loop temporale senza apparente via d’uscita, si innamora progressivamente della sua dolce collega (Andie MacDowell). Se volete che l’amore sia senza fine, ecco il titolo che fa per voi. Lo trovate su Infinity.

San Valentino a Palm Spring – Max Barbakow (2020)

Vi piacciono i loop temporali pieni d’amore ma avete già visto centinaia di volte Ricomincio da Capo? Non temete, Palm Springs – Vivi come se non ci fosse un domani è certamente il film per voi. In questo film in cui dinosauri scorrazzano per la California e ogni mattina è uguale all’altra, i due giovani Nyles (Andy Samberg) e Sarah (Cristin milioti) si risvegliano perennemente ad un matrimonio ad un matrimonio nella città californiana di Palm Springs. Tra una gag e l’altra, i due, costretti ad una convivenza infinita e spensierata, non possono fare a meno di innamorarsi. Ricomincio da capo reloaded. Lo trovi su Amazon Prime Video (a noleggio).

Harry ti presento Sally… – Rob Reiner (1989)

Il cinico Harry (Billy Crystal) e la brillante Sally (Meg Ryan) si trovano a condividere un viaggio da Chicago a New York. Da questo momento, tra i due si instaura un rapporto di amore e odio in cui relazioni fallimentari, amici invadenti e…orgasmi dalla dubbia autenticità si susseguono fino al più classico dei lieto fine. Il cult dei cult sull’amore tormentato. Lo trovate su Now.

Notting Hill – Roger Michell (1999)

C’è davvero bisogno che racconti la trama? Il piccolo quartiere londinese di Notting Hill diventa capitale dell’amore quando l’impacciato William (Hugh Grant) rovescia una bella tazza di succo d’arancia sulla celebrità hollywoodiana Anna Scott (Julia Roberts). Tra i due, un libraio divorziato lui e una stella del cinema lei, scatta subito qualcosa; si baciano, si amano, si perdono e l’amore, tra i due, sembra impossibile. Sembra, appunto, perché, in amore, tutto è possibile. Classico. Lo trovate su Netflix.

Pretty Woman – Garry Marshall (1990)

Lui (Richard Gere) è un miliardario cinico ma gentile, lei (Julia Roberts) è una giovane prostituta a caccia del miglior offerente che le possa garantire uno status che non può permettersi. Da un rapporto cliente-avventore, nasce una delle storie d’amori più celebre dell’intera storia del cinema. Un cult senza tempo, un altro amore apparentemente impossibile, ancora una splendida Julia Roberts (non le si può non voler bene), qui nel ruolo che le diede la fama. Intramontabile. Lo trovate su Disney Plus.

Colazione da Tiffany – Blake Edwards (1961)

New York. La giovane arrampicatrice sociale Holly Golightly (Audrey Hepburn) incontra lo scrittore Paul Varjak (George Peppard), mantenuto da una donna più anziana e in blocco creativo; tra i due nasce un amore timido ma che, dopo mille peripezie, alla fine, vincerà. Tratto dall’omonimo romanzo di Truman Capote, Colazione da Tiffany è un cult dell’amore su grande schermo. Citatissimo. Lo trovate su Prime Video.

Chiamami col tuo nome – Luca Guadagnino (2017)

Elio è il giovane e brillante figlio di un professore americano trasferitosi in Italia. Vive la sua estate nella campagna lombarda con spensieratezza, coltivando le sue passioni e il suo amore per la musica, fino a quando, invitato dal padre, non sopraggiunge dall’America Oliver, studente di archeologia. Il nuovo arrivato lega immediatamente con Elio e tra i due nascerà un amore che porterà il giovane alla scoperta di sé stesso. Il finale è straziante. Piangiamo tutti insieme. Lo trovate su Netflix.

San Valentino al cinema con Titanic – James Cameron (1997)

Ed eccoci, infine, al film “sanvalentiniano” per eccellenza. Il cinema d’amore trova in Titanic la sua consacrazione in uno dei film più famosi della storia  e che certamente non ha bisogno di presentazioni. La tragica storia d’amore di Jack e Rose, portata sul grande schermo da James Cameron, è un’esperienza capace di coniugare amore e dramma, commedia e musica, presente e ricordo, che certamente non lascia che una domanda: Leo si poteva salvare!? Opera totale. Lo trovate…al cinema (in 3D) in questi giorni!

E voi, quale film di San Valentino vedrete questa sera? Ditecelo nei commenti!

Facebook
Twitter