Rupert Grint: “Harry Potter? Alla lunga è stato soffocante”

Rupert Grint è, per tutti i fan di Harry Potter, Ron Weasley. Spesso viene dato per scontato che essere uno dei protagonisti di una saga di successo sia un sogno; meno di frequente però si considera il peso che una tale responsabilità possa avere, specialmente se si ottiene il ruolo da molto piccoli.

Ecco quanto riferito a riguardo da Rupert Grint:

“C’è stato sicuramente un momento in cui lavorare sembrava davvero soffocante. È stato pesante andare quasi ogni giorno sul set per dieci anni consecutivi. È stata una bellissima esperienza. Sul set c’era un’atmosfera bellissima e sembravano davvero una grande famiglia. Era sicuramente un bel posto dove stare, ma a volte mi sono ritrovato a pensare: ‘Voglio fare qualcos’altro. Vedi cosa c’è là fuori’.”

L’attore nel 2019 ha preso parte alla serie TV Servant, una tragedia inspiegabile nella quale viene messo alla prova il matrimonio di una coppia di Philadelphia, la quale apre la porta all’ingresso nella loro dimora di una forza misteriosa. Ecco il trailer:

A tal proposito è bene ricordare anche le parole di Daniel Radcliffe di qualche settimana fa, nelle quali sottolinea la difficoltà nel separarsi completamente dal personaggio di Harry:

“Credo sia davvero difficile, per me, separare il mio rapporto con Harry e quello con i film nel loro insieme. Sono enormemente grato per quell’esperienza. Mi ha mostrato cosa voglio fare nella mia vita. Riuscire a capirlo a quell’età è una fortuna. Sono però profondamente imbarazzato per gran parte della mia recitazione. È qualcosa di ovvio, credo. È un po’ come guardarsi indietro, ai tempi dell’adolescenze”.

E voi, cosa ne pensate delle parole di Rupert Grint circa il peso e le pressioni che girare Harry Potter per dieci anni ha comportato?

Fatecelo sapere nei commenti e, per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci sul nostro sito: Ciakclub.

Facebook
Twitter