Room: la terribile storia vera dietro il film con Brie Larson

Stasera potrete recuperare una pellicola drammatica che racconta una storia ispirata da alcuni fatti di cronaca reali avvenuti tra gli anni ‘80 e i primi anni del 2000. Siamo qui infatti per raccontarvi questa tragica storia ricostruita nel film Room.
Jacob Tremblay e Brie Larson in una scena del film Room

Oggi, 30 dicembre 2023, andrà in onda su Iris alle 21:00 Room, dramma del 2015 diretto da Lennon Abrahamson e con protagonista Brie Larson. La pellicola è l’adattamento del romanzo Stanza, Letto, Armadio, Specchio, scritto da Emma Donoghue che ha anche preso parte al film come sceneggiatrice e produttrice.

Il film (qui la nostra recensione), e quindi anche il libro, sono ispirati da un fatto di cronaca avvenuto in una piccola cittadina austriaca. Il caso risale alla seconda metà degli anni ‘80 e vede protagonisti una giovane ragazza di 18 anni e il padre di quest’ultima. Il 24 agosto i coniugi Fritzl (nome che in seguito identificherà il caso di cronaca) denuncia la scomparsa della figlia Elisabeth, dichiarando alle forze dell’ordine come la ragazza era solita scappare di casa. 

In realtà Elisabeth era stata poco prima rinchiusa in cantina dal padre abusivo, finito in carcere anni primi per stupro. La ragazza aveva più volte denunciato alle autorità gli abusi paterni, ma ogni volta veniva riconsegnata nelle mani del suo aguzzino. I primi mesi di prigionia Elisabeth viene legata a letto, drogata e violentata ripetutamente. La giovane rimane chiusa lì dentro per 24 anni, dando alla luce sette figli nati dagli abusi. 

Nessuno, servizi sociali compresi, ha mai sospettato niente, prendendo per vero tutto quello che Fritzl raccontava. L’incubo finisce nel 2008, quando la primogenita frutto dell’incesto viene portata in ospedale per un malore non ben specificato. Elisabeth ha così la possibilità di andare in ospedale e denunciare tutto l’accaduto. In seguito avranno inizio le indagini, con Fritzl che non risparmierà nessun macabro dettaglio durante gli interrogatori. Alla fine verrà condannato al carcere a vita il 19 marzo 2009.

La pellicola con Brie Larson ha ottenuto quattro nomination agli Oscar, portandosi a casa la statuetta per la miglior attrice protagonista. La serata sarà ricca di lungometraggi da vedere e se Room e una visione troppo forte per voi, o semplicemente siete in cerca di qualcosa di più leggero, vi consigliamo un altro titolo da recuperare. Ricordate di lasciarci la vostra opinione con un commento.

Facebook
Twitter