Rocky IV è un film politico? Stati Uniti e Russia sul ring

Torna i tv un grande cult degli anni Ottanta. Rocky IV celebra l'eroe americano contro la minaccia russa. L'incontro di boxe si fa metafora di un confronto in cui a trionfare saranno i valori del sogno americano, una vera e proprio battaglia all'ultimo pugno.
Rocky IV è un film politico? Stati Uniti e Russia sul ring

Stasera torna in tv uno dei pilastri degli anni Ottanta, un’icona del cinema che ancora oggi non accenna ad abbandonare le scene. Il Rocky IV del 1985 mette in piedi un vero e proprio incontro di boxe ideologico, figlio di un periodo davvero di tensione. Rocky e Ivan sono i rappresentanti di queste due fazioni antitetiche che, sembra dirci il film, non si fermeranno finché una delle due non capitolerà. Meglio approfittarne e recuperare questo cult alle 21.25 su Rete 4.

La trama di Rocky IV

Sylvester Stallone nel film
Sylvester Stallone nel film

La trama del film ricalca a grandi linee i classici topoi del genere e del franchise in particolare. L’Unione Sovietica lancia una sfida diretta a Rocky Balboa, il campione mondiale dei pesi massimi in carica, presentando il suo campione Ivan Drago, detentore della medaglia d’oro olimpica. Ma è l’ex detentore del titolo e suo amico Apollo Creed a raccogliere la sfida. Nonostante le suppliche di Rocky sulla pericolosità dell’incontro, Apollo non desiste e combatterà con Ivan assistito dall’amico all’angolo.

L’esito dell’incontro sembra senza speranza per Apollo, e prima che Rocky decida di gettare la spugna, l’amico sul ring cade sotto i devastanti colpi dell’avversario e muore tra le sue braccia. Per vendicare Apollo Rocky accetta di combattere con Drago e l’incontro viene fissato a Mosca nel giorno di Natale. Dopo un durissimo allenamento, Rocky è pronto a combattere. L’incontro si protrae fino al quindicesimo round, ma finalmente il pugile statunitense riesce a battere l’avversario. E il tutto si chiude col discorso del campione in cui si auspica una riconciliazione tra la due nazioni.

La guerra fredda: l’incontro di boxe tra USA e URSS

Una scena dell'incontro finale di Rocky IV
Una scena dell’incontro finale di Rocky IV

Il film vuole essere un evidente scontro/confronto tra USA e URSS: la libertà e il sogno americano contro l’oppressione e la dittatura sovietica. Questo aspetto è ancora più rimarcato dai vari personaggi, molti dei russi vengono infatti scritti e agiscono con più freddezza, quasi fossero automi. Caratterizzazione che raggiunge il suo apice massimo proprio con Ivan Drago, vera e propria rappresentazione del potere sovietico durante l’ultima parte della Guerra Fredda. Rocky rimane sempre il tipico eroe americano totalmente idealista e determinato.

Insomma, Rocky IV usa la boxe come metafora di un confronto ideologico che, soprattutto allora, era percepito quasi come insanabile. Riscoprite e rigodete di questo incredibile incontro all’ultimo pugno. Lo sapevate che Sylvester Stallone ha incontrato il Papa?

Facebook
Twitter