Robin Wright su Netflix: “Fincher aveva capito tutto”

Diciamo la verità, nessuno avrebbe potuto prevedere una così rapida esplosione delle piattaforme streaming, Netflix in particolare.

Ebbene la pandemia ha garantito a tali piattaforme un enorme passo avanti, a quanto pare però David Fincher aveva previsto il successo di Netflix, a raccontarlo è stata Robin Wright:

“Non avrei mai immaginato sarebbe diventato l’impero che è ora. Fincher mi disse: “Fidati. Sarà il futuro. Si chiama streaming. E in pratica noi siamo i fondatori, con Netflix. Al momento non sappiamo se verremo rinnovati anno dopo anno: abbiamo la libertà creativa di permettere a Claire Underwood di evolvere col tempo. Non sappiamo nemmeno dove andrà a finire!” In pratica, non c’era un arco evolutivo programmato per il personaggio di Claire perché non sapevamo se saremmo stati rinnovati per un anno, due anni o sei. Lavorai fin dall’inizio con lui, riflettendo su chi volevamo diventasse Claire. E ricordo di aver detto: “Beh, alla fine lei deve diventare il primo presidente donna. È la piattaforma giusta per farlo. Facciamolo!”

Robin Wright ha poi continuato raccontando il finale della serie House of Cards:

“Sapevamo cosa andava fatto. Netflix e gli investitori della serie volevano che le acque si calmassero, e tutti quanti erano scombussolati. Quindi abbiamo detto: prendiamoci una pausa. Abbiamo fermato le riprese per un paio di mesi e abbiamo deciso di tutti insieme che non potevamo interrompere la serie senza una degna conclusione. Dovevamo finire la sesta stagione, anche perché non volevo che gli impiegati e i collaboratori rimanessero senza lavoro, erano la nostra famiglia. Netflix e MRC hanno accettato, siamo tornati sul set e abbiamo concluso la serie col botto.”

E voi, cosa ne pensate delle parole profetiche di David Fincher su Netflix?

Fatecelo sapere nei commenti e, per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci sul nostro sito: Ciakclub.

Facebook
Twitter