Ready Player One: Spielberg non ottiene i diritti da Star Wars

Tra poche settimane uscirà il film di fantascienza Ready Player One. Star Wars non ha accettato a cedere i diritti.

L’epico film di fantascienza di Steven Spielberg,  Ready Player One,  è pieno di riferimenti a molti dei franchise più iconici della cultura pop. Fatta eccezione forse per  la proprietà più nota di tutti i tempi:  Star Wars .

Ready Player One

Nel film, adattamento cinematografico del romanzo omonimo, ci saranno riferimenti a molti dei film che hanno fatto la storia del cinema pop e Ready Player One è stato pensato per essere pieno di Easter Eggs. Tra i film che si possono riconoscere troveremo Superman , Ritorno al futuro, The Lost Boys, The Breakfast Club e molti altri che sono stati citati nella campagna pubblicitaria per  Ready Player One  finora. Il romanzo di Cline del 2011 includeva riferimenti alla cultura pop intessuti nel suo racconto distopico, inclusi cenni di  WarGames ,  Dune, Ghostbusters e la band Rush, tra molti, molti altri.

alla conferenza stampa Ready Player One , in cui Steven Spielberg ha rivelato alcune delle proprietà a cui non potevano ottenere i diritti, come Star Wars. “ Non siamo riusciti a ottenere alcun diritto di Star Wars  .. . Non volevano rinunciare ai diritti di Star Wars . “A quel punto, Ben Mendelsohn ha scherzato sul fatto che Spielberg avrebbe potuto chiedergli aiuto per ottenere i diritti, dal momento che ha recitato in Rogue One: A Star Wars Story di Gareth Edwards . ” Avresti potuto chiamarmi, Steve. Ho costruito la Morte Nera, dico solo questo . ”

Ready Player One

Ready Player One ha ricevuto parecchi feedback grazie alla stessa nostalgia che ha spinto i fan a cercare questi riferimenti e gli Easter Eggs nascosti nella sua campagna pubblicitaria. Alcuni critici hanno fatto saltare in aria il romanzo di Cline – e il film, per estensione – per essere più un hack che un omaggio. Si spera che la svolta nell’opinione pubblica possa influenzare gli spettatori quando Ready Player One sarà proiettato  nei cinema tra due settimane.

Facebook
Twitter