Ready Player One: come hanno girato le scene di Shining?

In onda questa sera Ready Player One di Steven Spielberg, pellicola ricca di citazioni al mondo del cinema. Tra i tanti riferimenti presenti in Ready Player One c’è un omaggio a Shining e al suo Overlook Hotel. Ma come hanno girato le scene di Shining in Ready Player One?
Una scena omaggio a Shining nel film Ready Player One

In onda questa sera, 23 ottobre 2023, alle 21:10 su Canale 20 Ready Player One, pellicola diretta da Steven Spielberg. Un film di fantascienza che omaggia nella messa in scena le nuove frontiere videoludiche. Un affresco di una società sempre più tecnologica e alienata che preferisce rifugiarsi nel virtuale piuttosto che affrontare il mondo fuori, terribilmente inquinato e sovrappopolato. 

Non solo un omaggio al mondo dei videogiochi: Ready Player One è un’opera ricca di riferimenti alla Settima Arte. Impossibile non rimanere incollati allo schermo nel tentativo di scovare le innumerevoli pellicole citate da Spielberg: qui puoi divertirti a scoprire i 10 easter egg più curiosi nel film!

Tra le tante citazioni inserite in Ready Player One, ce n’è una di particolare rilevanza: stiamo parlando dell’omaggio di Spielberg al capolavoro Shining di Stanley Kubrick. In Ready Player One veniamo immersi all’interno dello spettrale Overlook Hotel, dove possiamo ammirare le inquietanti gemelline, la stanza 237, l’innevato labirinto e l’ascensore con la fuoriuscita di sangue. Ma come hanno realizzato queste scene in Ready Player One

Il supervisore degli effetti visivi Roger Guyett è partito con l’idea di utilizzare le scene di Shining esclusivamente come sfondi preesistenti. Presto però sono emerse evidenti difficoltà nelle riprese, rendendo necessario girare nuove inquadrature. Tutte le stanze dell’Overlook Hotel sono state create digitalmente, mentre i personaggi umani di Shining sono stati inseriti utilizzando degli avatar: “Per la donna nella vasca, abbiamo utilizzato una controfigura per la schiena e poi, quando si vede il suo volto, abbiamo tagliato la donna originale di Shining e l’abbiamo inserita nelle nostre riprese“, ha dichiarato Roger Guyett, che ha ottenuto per Ready Player One la sua quinta candidatura agli Academy Awards per i migliori effetti speciali.

Guyett ha ammesso che le scene più difficili da creare sono state quelle dell’ascensore da cui fuoriesce il sangue e del labirinto ricoperto di neve, piuttosto complesse nel renderle fedeli all’originale. Un lavoro tortuoso e dispendioso che ha messo a dura prova l’intera troupe di Ready Player One. Tanta ammirazione da parte di Spielberg nei confronti di uno dei più grandi maestri della storia del cinema: “Era un amico di Kubrick e gli aveva fatto visita in molte occasioni durante le riprese del film“, ha dichiarato Guyett a proposito del rapporto tra Spielberg e Kubrick.

Steven Spielberg non è semplicemente un regista o un autore di film. Spielberg è anche e soprattutto un amante della Settima Arte, un vero cinefilo incallito che adora guardare pellicole e trarne ispirazione: scopri qui la nostra classifica completa di tutti i film di Spielberg, dal peggiore al migliore!

Facebook
Twitter