Quentin Tarantino parla del suo film peggiore: “È obsoleto!”

Quentin Tarantino è un regista di culto: la sua carriera è costellata di grandi successi. Eppure il regista sa essere anche molto autocritico. Riguardando alla sua carriera durante un’intervista, Tarantino ha rivelato sinceramente quello che considera essere il suo film peggiore, spiegando il perché.

Quentin Tarantino ha partecipato ad un round table organizzato dall’Hollywood Reporter insieme ad altri registi. In questa occasione ha avuto di riflettere sulla sua carriera, sui suoi film passati e su un eventuale ritiro dal mondo del cinema. Passando in rassegna i propri successi, ha voluto parlare anche di quello che considera il suo film peggiore: Grindhouse – A prova di morte. 

Il regista di Pulp Fiction ha infatti dichiarato: “Per me si tratta di avere una filmografia incredibile. Io voglio ritirarmi sapendo di avere una filmografia straordinaria” per poi aggiungere “E Grindhouse – A prova di morte deve essere il peggior film che abbia mai realizzato“.

Si tratta del film del 2007 con Kurt Russell e Rosario Dawson. Nonostante il giudizio critico del suo regista, è un film in parte apprezzato dal pubblico e dai fan. Tarantino ne è consapevole, infatti ha specificato con tono ironico: “Per essere un film scritto praticamente con la mano sinistra, non è poi così male, però, no? Quindi se è questo è il peggio che riesco a fare, mi sta bene così“. Tuttavia il suo parere su Grindhouse rimane piuttosto severo. Ha infatti dichiarato senza mezzi termini: “Ma credo che sia uno di quei film vecchi, flaccidi, claudicanti e obsoleti che ti viene a costare almeno tre film fatti bene, da un punto di vista di rating e apprezzamento“.

Grindhouse ha percentuali di gradimento del 64% di gradimento da parte della critica e 72% per il pubblico: punteggi piuttosto bassi per gli standard di Tarantino. E voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con lui?

Questo e molto altro su CiakClub.it

Facebook
Twitter