Quasi amici: addio all’uomo che ispirò il film, aveva 72 anni

Addio a Philippe Pozzo di Borgo. Si è spento a 72 l'imprenditore parigino che, assieme al suo badante Abdel Yasmin Sellou ispirò la storia del film francese campione d'incassi Quasi amici. Lo ricordano con affetto i registi della pellicola, in cui François Cluzet veste i panni dell'aristocratico e Omar Sy quelli di Sellou.
Quasi amici: addio all'uomo che ispirò il film

All’età di 72 è morto a Marrakech Philippe Pozzo di Borgo, l’aristocratico parigino che ispirò la storia del film Quasi amici. La pellicola del 2011, cult del cinema francese contemporaneo permise di far conoscere la storia dell’uomo in tutto il mondo.

Fu l’attore François Cluzet a vestire i panni dell’imprenditore, in un’interpretazione piuttosto ben riuscita assieme al co-protagonista Omar Sy, nei panni del badante. L’uomo, dopo la sua scomparsa, è già stato ricordato dai registi di Quasi amici Éric Toledano e Olivier Nakache, che lo hanno ricordato sul loro profilo Twitter.

La storia in grado di ispirare Quasi Amici

Gli attori François Cluzet e Omar Sy in Quasi amici
Gli attori François Cluzet e Omar Sy in Quasi amici

Abbiamo appena appreso con grande tristezza della morte del nostro amico Philippe Pozzo di Borgo. Accettando di far adattare la sua storia a Quasi Amici, ha cambiato le nostre vite e quelle di molte persone vulnerabili e fragili“. Queste le parole dei due registi del film.

Philippe Pozzo di Borgo era rimasto paralizzato dal collo in giù dopo un tragico incidente col parapendio. L’uomo, conosciuto al mondo per la sua forza di volontà e voglia di vivere, aveva deciso di raccontare la sua storia nell’autobiografia “Le Second Souffle“. Fu proprio il libro a rendere nota la storia ai due registi Toledano e Nakache, che decisero di ispirarsi alla vita dell’uomo per il loro prodotto cinematografico (che Spielberg inserisce nei suoi film preferiti di sempre).

Nello specifico, com’è noto, Quasi amici andò ad analizzare il rapporto creatosi, dopo un inizio burrascoso, tra Pozzo di Borgo e il suo badante Abdel Yasmin Sellou. Il giorno in cui i due si incontrarono l’imprenditore aveva 43 anni, mentre il giovane algerino ne aveva solo 21. Uno aristocratico e uno figlio della banlieue di Parigi: le provenienze ed i contorni sociali dei due erano estremamente divergenti.

Ciononostante, la strana coppia raccontata in Quasi amici si rese protagonista di un’amicizia inaspettata e profondamente toccante. “Tutti e due abbiamo capovolto il destino che sembrava già scritto per noi. Lui è ben più che un amico per me, perché è anche un padre, un maestro, il mio angelo“, ha spiegato Abdel Yasmin Sellou qualche tempo fa parlando di Philippe Pozzo di Borgo. Pur avendo smesso di collaborare lavorativamente nel 2005, i due non avevano mai smesso di mantenersi in contatto.

Facebook
Twitter