Pinocchio di Guillermo del Toro: rimandato ancora il reboot

La versione dark di Guillermo del Toro di Pinocchio sarà rimandata al 2022. Probabilmente ci sono stati dei problemi di lavorazione causati dalla situazione sanitaria, che hanno portato al rinvio del debutto su Netflix. Tuttavia non è stata ancora diffusa una notizia ufficiale.

Il rumor arriva infatti da Matt Neglia di NextBestPicture. Tramite Twitter ha comunicato che l’uscita di Pinocchio di Del Toro, prevista per il 2021, sarà rinviata al 2022. D’altra parte si tratta di una produzione molto ambiziosa, che richiede molto tempo e molto lavoro. Sarà infatti un film di animazione in stop-motion, per il quale è necessario un grande impegno oltre che un budget molto alto, in modo da poter realizzare un prodotto di qualità negli standard a cui il regista ci ha abituati.

Il progetto di Guillermo del Toro per un reboot di Pinocchio è molto vecchio: nel 2011 è stato annunciato per la prima volta un film di animazione in stop-motion scritto da Guillermo del Toro e Matthew Robbins. Si tratta di una versione più dark rispetto alle altre già viste al cinema. In particolare, del Toro avrebbe tratto ispirazione dalla versione del classico di Carlo Collodi uscita nel 2002 con le illustrazioni ad opera di Gris Grimly. Si tratta inoltre del primo film di animazione del regista messicano.

Anche il cast è sorprendente: a prestare la voce ai personaggi saranno attori del calibro di Ron Pearlman, Christoph Waltz, David Bradley, Ewan McGregor e Tilda Swinton. La realizzazione del film ha avuto numerose interruzioni e rinvii nel corso degli anni: è stata infatti sospesa a causa della mancanza di uno studio che la finanziasse. I lavori sono ripresi dopo l’acquisto da parte di Netflix, ma il lockdown e l’emergenza sanitaria hanno creato non pochi problemi anche a questa produzione. Non ci resta che attendere ancora.

Questo e molto altro su CiakClub.it

Facebook
Twitter