Perché il Dune di David Lynch fu un disastro? Lo spiega Villeneuve

La seconda parte di Dune, diretta da Denis Villeneuve, è approdata in sala. Tra un apprezzamento e l’altro, il regista racconta il film e l’esperienza in diverse interviste. In una di queste si è lasciato andare con alcune dichiarazioni sulla trasposizione diretta da David Lynch.
Il Paul Atreides di Dune, Kyle MacLachlan e Timothée Chalamet a confronto

Denis Villeneuve è recentemente tornato al cinema con la seconda parte di Dune, lungometraggio tratto dalle opere di Frank Herbert con protagonisti Timothée Chalamet e Zendaya. La trasposizione cinematografica del regista franco canadese non è la prima in assoluto. Nel 1984 infatti, David Lynch, realizzò la propria versione dell’universo letterario ideato da Herbert. Nonostante in quegli anni ci fosse molto apprezzamento per l’opera di Herbert, il film di Lynch venne pesantemente criticato, non riuscendo così ad ottenere il successo sperato.

Lo stesso Villeneuve, grande fan dell’opera letteraria e di Lynch, ha espresso le sue perplessità rispetto al film di Lynch. Durante un’intervista ai microfoni di NPR’s “Fresh Air”, il cineasta ha rivelato quanto fosse emozionato per l’uscita del film nel 1984, rimanendo affascinato nonostante avesse notato la mancanza di elementi da lui ritenuti fondamentali. Il regista ha infatti dichiarato: “Ero molto eccitato all’idea che il libro avrebbe avuto una trasposizione sul grande schermo. Ricordo che guardando il film venni ipnotizzato e affascinato dall’approccio di Lynch. Nonostante ciò fui destabilizzato da alcune scelte del regista”.

Villeneuve ha poi continuato aggiungendo che “È una fantastica interpretazione del libro, ma alcune scelte erano molto lontane dalla mia sensibilità. Pensai che in futuro qualcuno l’avrebbe rifatto, perché non sentivo che Lynch fosse riuscito a catturare a pieno la cultura dei Fremen. Sentivo che mancava qualcosa“. Diciamo che il regista ci vide lungo, anche se probabilmente non pensava che sarebbe toccato a lui riportare Dune sul grande schermo. La seconda parte del suo Kolossal fantascientifico ha raggiunto da poco le sale, e qui trovate la nostra recensione del film.

Dopo sei anni passati sul progetto, Denis Villeneuve non si è ancora aperto totalmente all’idea di proseguire la saga. Se così dovesse essere, sarà il secondo libro del ciclo di Dune a venire adattato per il grande schermo, ma per ora dobbiamo accontentarci di quanto detto dal regista su un potenziale Dune 3. Come al solito vi aspettiamo nella sezione commenti per conoscere il vostro pensiero sulle parole di Villeneuve e sul suo ultimo lungometraggio.

Facebook
Twitter