Oppenheimer, chi era Lewis Strauss?

Non si parla altro che di Oppenheimer. Il nuovo film di Christopher Nolan, finalmente nelle sale italiane, ha attirato l’attenzione di fan appasionati e curiosi stregati dall’altissimo hype che lo ha preceduto. Il protagonista è l’uomo che dà il titolo al film: ma chi è nella storia Lewis Strauss, interpretato da Robert Downey Jr.? Scopriamolo
Oppenheimer, chi era Lewis Strauss?

Oppenheimer, un film che per titolo un cognome: non può che essere la storia di quell’uomo, guardato da tutti i possibili punti di vista. Accanto a lui, però, nel film come nella vita che Nolan intende raccontare, ci sono state figure indispensabili per la luce o l’ombra che hanno riflesso proprio sul fisico di cui, da quest’anno in poi, nessuno dimenticherà più il cognome.

Una di queste figure orbitanti intorno a Robert Oppenheimer è Lewis Strauss, interpretato nel film di Nolan da uno strepitoso Robert Downey Jr. Chi era nella vita reale? E quale il suo effettivo ruolo per le vicende del film (e quindi della storia)?

Lewis Strauss nella vita reale

Robert Downey Jr. in una scena di Oppenheimer
Robert Downey Jr. in una scena di Oppenheimer

Lewis Strauss ha a che fare con Robert Oppenheimer perché dal 1946 fa parte della Commissione per l’energia atomica degli Stati Uniti, e negli anni ’50 ne diventa presidente. Forte sostenitore della bomba ad idrogeno, Strauss ha sostenuto gli usi pacifici dell’energia atomica e la riservatezza riguardo le faccende nucleari nei confronti delle altre nazioni.

Nato e cresciuto in Virginia, ha avuto diversi incarichi durante la Prima guerra mondiale. Ha lavorato poi come banchiere, nel Comitato esecutivo dell’American Jewish Committee e prestò servizio in Marina durante la Seconda guerra mondiale. Nel 1958, durante la presidenza di Eisenhower, stette quasi per ottenere la carica di Segretario del Commercio alla Casa Bianca. Gli fu impedito da una protesta del Senato.

All’interno della Commissione che lo mette in contatto con Oppenheimer si è esposto contestando alcune scelte del fisico protagonista del film di Nolan. Nel 1954, davanti al comitato di sicurezza, ha infatti negato il nulla osta di sicurezza nei confronti di Oppenheimer, conquistando il ruolo di “cattivo” nella storia e nel film dell’uomo dietro la bomba atomica.

Robert Downey Jr. in Oppenheimer

Robert Downey Jr. e Cristopher Nolan in un'intervista promozionale
Robert Downey Jr. e Cristopher Nolan in un’intervista promozionale

Il miglior film in cui sia mai stato“, così Robert Downey Jr. (che ha lodato Cillian Murphy per il sacrificio) definisce il suo ultimo film, prima collaborazione con Christopher Nolan. (Qui una video intervista al regista e all’attore). Per il regista, invitarlo a partecipare ad Oppenheimer è stata l’occasione di “farlo perdere in un altro essere umano“.

Abbandonando l’Universo Marvel, Downey Jr. ha abbracciato un grande pezzo di storia, diretto da un regista con la R maiuscola come Nolan, e probabilmente scritto una grande pagina di cinema che resterà impressa nei prossimi decenni.

E voi? Avete già visto Oppenheimer? Gli incassi italiani sono stati sensazionali!

Facebook
Twitter