Only Murders in the Building 3, la spiegazione del finale

Si è appena conclusa una delle serie più apprezzate disponibili su Disney+. Only Murders in the Building 3 ci ha regalato tantissime emozioni, e questo finale di stagione non fa che ricordarci la bellezza di questa serie. Ma qual è quindi questo colpo di scena?
Only Murders in the Building 3, la spiegazione del finale

Si è appena conclusa la terza stagione di una delle serie di maggior successo degli ultimi tempi di Disney+. Con il decimo e ultimo episodio di Only Murders in the Building 3, serie comedy-crime già definita un mezzo capolavoro, abbiamo finalemente il nostro colpevole. Con Steve Martin, Selena Gomez e Martin Short, è stato svelato chi ha ucciso Ben Glenroy (Paul Rudd) e il movente che lo ha spinto a farlo. Ovviamente, per forza di cose, seguiranno grossi spoiler. Ma ecco tutto quello che c’è da sapere su questo scoppiettante finale.

Il finale di Only Murders in the Building 3

Una scena del finale di Only Murders in the Building 3
Una scena del finale di Only Murders in the Building 3

Inziamo direttamente dal colpo di scena del penultimo episodio, con Mabel Charles e Oliver che avevano fatto diverse scoperte. In estrema sintesi: Donna si era chiusa nell’ufficio di KT per leggere la recensione di Maxine, particolarmente spietata nei confronti di Ben. Così per evitare all’amato figlio Cliff un debutto disastroso Donna ha distrutto la recensione e sabotato lo stesso Ben facendogli trovare un biscotto in camerino su cui aveva messo del veleno per topi. Lui, ignaro di tutto, si gusta il biscotto. E rieccoci all’ultimo episodio.

I nostri protagonisti tentano di fare ammettere a Donna di aver avvelenato Ben, registrando tutto di nascosto. Lei ammette di aver avvelenato il biscotto, dosando un po’ a caso il veleno, ma non di averlo poi spinto nella tromba dell’ascensore, la vera causa della sua morte. Solo allora capisce cosa deve essere davvero successo grazie a quel fazzoletto sporco di rossetto ma, come Loretta con Dickie quando lo riteneva colpevole, si prende la colpa dell’omicidio ma chiede agli altri di non denunciarla fino alla fine della prima teatrale imminente.

Lo spettacolo inizia, ma Mabel non è convinta dalla confessione di Donna. Come un flash gli torna in mente l’usanza di Donna e Cliff prima dello spettacolo, ovvero scambiarsi due baci: uno sulle labbra “e uno sul cuore”, lasciando l’impronta delle labbra sul fazzoletto da taschino del figlio. E giunge alla vera rivelazione: non è stata la madre, ma il figlio. Così va dietro le quinte e raggiunge Cliff. Qui vengono ripercorsi così come sono davvero accaduti i fatti. La fantomatica misteriosa telefonata ricevuta da Ben era del suo dottore che lo avvertiva che da un esame era risultata la presenza di veleno per topi nel suo organismo. 

Cliff lo incrocia casualmente dopo questa telefonata, i due hanno un confronto acceso e Ben capisce chi aveva tentato di avvelenarlo. Cliff perde definitivamente le staffe quando Ben gli comunica l’intenzione di denunciare sua madre, e allora il figlio per proteggere Donna lo spinge fatalmente giù dall’ascensore.

Messo così alle strette da Mabel, Cliff minaccia di buttarsi dal soppalco su cui sono. Raggiunta all’ultimo da Charles e Oliver i tre riescono ad evitare l’insano gesto di Cliff. Poco dopo giungerà anche la polizia portando via madre e figlio, chiudendo apparentemente il caso. Ma mentre i nostri amici festeggiano improvvisamente vediamo la figura di Charles colpita da un proiettile sparato dall’esterno. Ma non c’è da preoccuparsi: anche di questo caso i nostri protagonisti ne verranno a capo, solo che avverrà nella prossima stagione.

E voi cosa ne pensate di Only Murders in the Building 3? Sapete cosa ne pensiamo noi della serie?

Facebook
Twitter