Monster, ecco come hanno trasformato Charlize Theron nel “mostro”

Monster non è solo una storia vera per la cronaca e per ciascuno di noi spettatori, ma anche per chi l’ha interpretata: Charlize Theron. Con una recitazione fondata sulla degenerazione di una donna per bene nei panni di una criminale, Monster testimonia il male che fa parte di ogni essere umano che perde il senno. E torna stasera in TV.
La trasformazione di Charlize Theron in Aileen Wuornos per il film Monster

Monster torna in onda oggi, 31 Ottobre 2023, su Rai Movie alle 22.45, in occasione di Halloween. Nessuna storia inventata per incutere paura nella notte più buia dell’anno: questa pellicola diretta da Patty Jenkins è ispirata a fatti realmente accaduti e porta in scena l’orrorifico della brutalità umana.

Il filo rosso di Monster pone sotto la lente di ingrandimento la vita di Aileen Wuornos (Charlize Theron), una donna che, in preda ad una crisi psicologica ed economica, tenta di ristabilire i propri guadagni gettandosi nel mondo della prostituzione. Ma un simile lavoro non farà altro che peggiorare lo stato di salute mentale della protagonista, innestando una concatenazione di eventi violenti realmente accaduti.

Una sola storia vera, una sola protagonista, una sola grande interprete: Charlize Theron. La grande attrice presta tutta se stessa per la realizzazione del film, dal suo corpo alla sua mente, immergendosi nei panni più delicati di cui appropriarsi.

La preparazione fisica mostra le sue criticità nelle malsane abitudini alimentari dovute seguire scrupolosamente. Theron registra un aumento di peso di quasi 15 kili, fagocitando giorno per giorno cibi ipercalorici e poco salutari, prendendo alla lettera ciò che chiamano “metodo della ciambella Krispy Kreme”. A tutto ciò è stata aggiunta una puntigliosa preparazione make up: la pelle è stata invecchiata con inchiostro lavabile e lentiggini; per aumentare segni di disagio, traumi e trascuratezza le sono state decolorate e, in parte, rasate le sopracciglia, assottigliati i capelli e aggiunte protesi facciali. 

Ben oltre il trucco, poi, Charlize ha sviscerato le profondità di Aileen: ha approfondito scrupolosamente la sua biografia anno per anno ed ha osservato, attraverso documentari attendibili, le sue movenze e la sua mimica, per poterle replicare alla perfezione e sentirsi parte dei disagi che hanno attanagliato la vera Wuornos. 

Negli anni il true crime riscuote sempre più successo, creando un dubbio persino per la scienza: c’è da preoccuparsi se si ama un simile genere?  Monster è più un precursore, che un effettivo true crime. Eppure quel senso di sete su fatti di cronaca vera ce la trasmette a pieno.

Adesso sta a voi non perderti stasera un’interpretazione “monster” che ha consacrato per la prima volta agli Oscar del 2004 l’inimitabile Charlize Theron.

Facebook
Twitter