Mission: Impossible 7, perché Tom Cruise fa tutti gli stunt?

Mission: Impossible 7 sta per uscire e Tom Cruise, ancora una volta, sta per tornare con le sue acrobazie da scavezzacollo. Ma perché non si prende uno stuntman arrivato a sessant’anni? L’attore dichiara di avere le sue ragioni. Scoprile dubito su CiackClub!
Mission: Impossible 7, perché Tom Cruise fa tutti gli stunt?

Mission: Impossible 7 sta per uscire nelle sale di tutto il mondo. Ethan Hunt torna a salvare il mondo, ma possiamo già presagire, nella divisione di Dead Reckoning in Parte Uno e Parte Due che stavolta sarà ancora più impossibile del solito. Alla veneranda età di 60 anni, Tom Cruise ancora insiste a performare da solo tutti i suoi stunt. Tra l’altro, andando avanti la difficoltà dei suoi stunt non è diminuita, al contrario: le acrobazie diventano sempre più complesse e aumentano le probabilità di non uscirne vivi. C’è una linea sottile tra coraggio e pazzia e Cruise ne ha fatto una corda da funambolo. Perché Tom Cruise non vuole arrendersi alla sua età?

Perché Tom Cruise fa tutti i suoi stunt?

Tom Cruise nello stunt di Mission Imposible: Protocollo Fantasma
Tom Cruise nello stunt di Mission Imposible: Protocollo Fantasma

In un’epoca del cinema in cui non sarebbe cosa inaudita difficile assumere uno stuntman e modificare il suo volto in CGI per sostituirlo con quello di Cruise, cosa spinge ancora l’attore americano a massacrare il corpo? Cruise ha effettivamente risposto alla domanda durante un’intervista al Graham Norton Show. L’attore ha spiegato che, sin dalla sua infanzia, ha sempre amato le attività adrenaliniche, come correre con la bici sopra i fossati o saltare dal tetto di casa nella neve. Crescendo, ha scoperto la passione per le macchine veloci, le motociclette, l’escursionismo e l’arrampicata. Insomma, era destinato a interpretare Ethan Hunt.

Cruise ha aggiunto che essere al massimo della sua forma fisica è anche un bene per sé, i registi e i coordinatori degli stunt. L’intensità delle scene d’azione è amplificata dalla consapevolezza che è davvero Tom Cruise a compiere tutte quelle acrobazie. Infine, per Cruise il suo lavoro sugli stunt non è altro che l’ennesima sfaccettatura della sua dedizione al mestiere di attore. Dichiara infatti a Graham Norton: “Sento che [quando reciti] stai portando tutto, sai cosa intendo, fisicamente ed emotivamente, a un personaggio in una storia. Mi sono allenato per 30 anni facendo [stunt] e questo ci consente di mettere le telecamere dove normalmente non sei in grado di farlo”.

Lo stunt potenzialmente mortale di Mission: Impossible 7

Tom Cruise nello stunt quasi mortale
Tom Cruise nello stunt quasi mortale

Tom Cruise non si ferma davanti a nulla, nemmeno alla morte. Recentemente, è stato diffuso il video di preparazione dello stunt più difficile di Mission: Impossible 7, forse uno dei più difficili dell’intera storia del cinema. Tom Cruise avrebbe dovuto saltare giuù da una scogliera guidando una motocicletta durante una scena di inseguimento. I rischi sono chiari, la morte è una seria possibilità da mettere in conto. “Questa è di gran lunga la cosa più pericolosa che abbiamo mai tentato” commenta Cruise, mentre si prepara per la scena. Sorridendo alla telecamera poi dice “Sii sicuro di te”. Intanto, uno degli stunt coordinator commenta l’incredibile capacità di Cruise di apprendere velocemente tutte le acrobazie e performarle con una disinvoltura affatto scontata.

Ogni aspetto dello stunt è stato provato alla nausea, al punto in cui Cruise si è trovato a fare trenta salti al giorno. È stata costruita una piattaforma apposite per assicurare che il salto riesce e sia catturato alla perfezione dalla cinepresa. Infine, Cruise riesce in un’acrobazia che sfida la morte, ma sembra quasi tentato di ripeterla, dichiarando che forse ha stretto la moto più a lungo del necessario. Questa è stata la prima scena di Mission: Impossible – Dead Reckoning – Parte Uno a essere girata, per volontà di Cruise che, in caso della sua stessa morte nello stunt, non voleva che la produzione perdesse altri soldi. “Beh, così si capisce subito se continuare il film o meno. Scopriamolo il primo giorno!” dichiara l’attore in un’intervista.

Insomma, se avevate bisogno di altre ragioni per andare a vedere Mission: Impossible 7, che ne dite dell’opportunità di vedere sul grande schermo Tom Cruise che sconfigge la morte? Qual è il vostro stunt preferito di Tom Cruise? Ditecelo nei commenti!

Facebook
Twitter