Mine, spiegazione e significato del film e della metafora del “click”

Mine, in onda stasera sul canale 20, è un film del 2016 in cui Armie Hammer interpreta un marine costretto a restare immobile su una mina nel deserto. Il film indaga la psicologia del protagonista, usando la mina, e il click da essa prodotto, come metafore per far trasparire alcuni messaggi allo spettatore.
Armie Hammer in una scena del film Mine

Mine è un film del 2016 scritto e diretto dal duo di registi italiani Fabio Guaglione e Fabio Resinaro. Il film vede come protagonista Armie Hammer nei panni di Mike Stevens, un marine statunitense.

Mike, insieme al collega e amico Tommy, sta vagando nel deserto dopo una missione fallita. All’improvviso Tommy calpesta una mina e salta in aria, perdendo entrambe le gambe. Mike, mentre cerca di aiutarlo, calpesta anche lui una mina, senza però saltare in aria. Il soldato si trova ora costretto a stare immobile per non farla esplodere. Contatta la base e gli dicono che non possono intervenire prima di 52 ore; inizia così un suo “viaggio”, sia psicologico che spirituale, che lo porterà a conoscere meglio se stesso, il suo passato e il suo presente.

Il film dei due registi italiani analizza alcuni lati del protagonista, usando la mina come metafora per la vita dell’uomo. Quando il personaggio interpretato da Hammer (che di recente ha rotto il lungo silenzio stampa) calpesta l’esplosivo, infatti, si sente un “click” provenire da sotto i suoi piedi. Questo rumore, oltre a essere un suono prodotto dall’ordigno, può essere interpretato come un click interno che scatta nella testa del protagonista. Mike, durante una serie di visioni e riflessioni fatte mentre è nel deserto, capisce diverse cose su di sé e sul suo passato e, alla fine, decide di accettarle, superando i traumi che ha. Questo click è quindi una presa di coscienza personale, un cambiamento interno del protagonista.

Insomma, Mine, in onda il 19 ottobre 2023 alle 21 sul canale 20, è un film che, usando la mina e la guerra come metafore, indaga la profondità di un personaggio e ci fa capire che a volte bisogna vedere la vita con un punto di vista diverso, accettando il passato e abbracciando il presente per poter andare avanti. Se siete appassionati di film di guerra, qui trovate la classifica dei migliori, secondo noi.

Facebook
Twitter