Megalopolis, Coppola accusato di comportamenti inappropriati sul set

Mentre Cannes77 freme per l’anteprima mondiale di Megalopolis, il nuovo kolossal firmato Francis Ford Coppola con protagonista Adam Driver, il regista finisce al centro di alcune polemiche in merito ad alcuni suoi comportamenti sul set. Oltre alle pratiche curiose con cui smaltiva l’ansia delle riprese, arrivano le accuse del #MeToo!
Megalopolis e il regista Francis Ford Coppola

Francis Ford Coppola a Cannes77 era super atteso per l’anteprima mondiale del suo Megalopolis, il kolossal con Adam Driver che il regista ha in mente dal 1978, durante le riprese di Apocalypse Now. Il film si propone di trasferire la gloria e le dinamiche del mondo romano in un contesto contemporaneo dalle tinte sci-fi. Ma, appunto, non è per questo che si sta parlando di Coppola.

A proposito di Megalopolis, infatti, si stanno diffondendo alcune dichiarazioni affatto positive sul regista e il suo comportamento sul set. Alcune persone della troupe, in anonimo e col sostegno del movimento #MeToo, avrebbero dichiarato al The Guardian quanto segue:

Francis Ford Coppola avrebbe invitato diverse comparse femminili a sedere sulle sue ginocchia, e durante una delle sequenze ambientate nel night club, dove alcune comparse recitavano in topless, le avrebbe avvicinate tentando di abbracciarle e baciarle, dichiarando poi che serviva per suggerire loro il giusto mood per la scena“.

Se queste accuse dovessero essere confermate l’uscita di Megalopolis sarà macchiata sicuramente da una grandissima polemica. A Cannes il regista dovrà sicuramente rispondere di queste accuse e spiegare alla stampa la sua versione dei fatti.

A difenderlo è già intervenuto Darren Demetre, produttore esecutivo di Megalopolis e con una lunga carriera alle spalle di collaborazioni con Coppola. “Abbiamo girato per due giorni una sequenza in stile Studio 54 e ho semplicemente visto Francis aggirarsi sul set dando degli abbracci gentili e dei baci sulle guance al cast e alle comparse, secondo lo spirito del club che era così importante per questa scena“. A detta del produttore nessun membro della troupe ha espresso lamentele nei confronti del comportamento di Coppola.

Mentre attendiamo che questa storia sia condotta verso la verità, qualunque essa sia, possiamo riportare un altro fatto – accertato – dal set di Megalopolis. Pare, e questa volta con certezza, che Francis Ford Coppola durante le riprese abbia abitualmente fatto uso di marijuana. La troupe ha rivelato la curiosità al Guardian. Ha anche supposto che fosse una pratica con cui il regista smaltiva e sopportava la pressione delle riprese del kolossal.

Spesso si presentava al mattino prima di queste grandi sequenze e, poiché non era stato predisposto alcun piano di lavoro e non permetteva ai suoi collaboratori di predisporre un piano, spesso se ne stava seduto nella sua roulotte per ore e ore, non parlava con nessuno, fumava marijuana“. E la troupe era sul set ad aspettare che lui finisse di fumare per poter iniziare le riprese.

Insomma, Megalopolis fa già parlare parecchio di sé anche per i mesi delle riprese. Noi ci auguriamo soltanto che il film non deluda le altissime aspettative generate già dal trailer. Restate sintonizzati con noi perché riceverete aggiornamenti direttamente da Cannes (infatti ecco la recensione del film d’apertura)!

Facebook
Twitter