Matrix Revolutions, spiegazione e significato del finale

Matrix Revolutions è il terzo capitolo della saga di Matrix, scritta e diretta dalle sorelle Wachowski. Siamo giunti finalmente alla resa dei conti: la battaglia finale fra gli uomini e le macchine. Ma qual è il senso del suo finale al cardiopalma? Scopri qui la spiegazione del film!
Keanu Reeves (Neo) nelle scene finali del film Matrix Revolutions

Matrix Revolutions è il terzo capitolo della saga di Matrix, scritta e diretta dalle sorelle Wachowski, e torna stasera, 19 ottobre 2023, in TV su Italia 2 (Canale 49) alle 21:15. Le Wachowski si sono ispirate ai romanzi fantascientifici di Philip K. Dick costruendo una società distopica in cui gli esseri umani vivono in una realtà illusoria chiamata Matrix e il vero mondo è diventato un incubo dove le intelligenze artificiali soggiogano e sottomettono gli uomini. Gli unici rimasti liberi vivono a Zion, nell’attesa che un giorno arrivi il “Prescelto”: Neo (Keanu Reeves), colui che condurrà l’umanità verso la salvezza. 

Matrix Revolutions è il seguito di Matrix Reloaded, un capitolo esplosivo ma contraddistinto da accese diatribe interne sul set: leggi qui per scoprire cosa è successo sul set di Matrix Reloaded!

Se non avete visto Matrix Revolutions, non proseguite la lettura: SPOILER!

Matrix Revolutions si concentra sulla battaglia finale tra Neo e la sua nemesi, ovvero il cattivissimo Agente Smith (Hugo Weaving). Smith è in grado di trasformare ogni coscienza presente nel mondo di Matrix in una copia di se stesso. Il suo piano malvagio prevede di rimodellare la realtà a sua immagine e somiglianza, omologarla così da poterla in questo modo conquistare. Ci troviamo in un futuro apocalittico in cui gli ultimi superstiti combattono con le unghie e con i denti per difendersi dalle macchine.

L’eterna lotta tra uomo e macchina. L’eterna lotta tra Bene e Male, rappresentati rispettivamente dalle figure di Neo e Smith: uno scontro fra titani.

Sul finale, Neo capisce che l’unico modo per distruggere definitivamente l’Agente Smith è farsi assorbire da lui; soltanto in questo modo Neo potrà infatti prendere il controllo di Smith ed eliminarlo. Attirando Smith nella sua trappola, Neo si fa assorbire, riuscendo così nell’impresa di distruggere l’agente.

Smith assimilando Neo crea un nuovo inizio, una nuova realtà dove finalmente gli esseri umani e i programmi sovrascritti da lui vengono ripristinati. Le macchine, dopo aver onorato la memoria di Neo, lasciano liberi gli esseri umani concedendogli la possibilità di unirsi agli abitanti di Zion. La pace è finalmente tornata a Matrix!

Ma Neo è realmente morto? Dove è finito? Neo è rimasto relegato nella sorgente, dove tutto il passato è fondamentale per comprendere il futuro:

Tutto quello che ha un inizio, ha una fine”.

Se non avete ancora visto il recente riavvio della saga con Matrix Resurrections, leggete qui 23 cose da sapere su Matrix . A noi di CiakClub sono state di grande aiuto! 

Facebook
Twitter