Mark Ruffalo: i 10 migliori ruoli, aspettando il migliore di tutti

Mark Ruffalo, attore versatile e stimato di Hollywood, compie 56 anni oggi. Nato nel Wisconsin da una famiglia italo-franco-canadese, ha iniziato a recitare da bambino, nonostante la dislessia e l’ADHD. Per il suo compleanno, ecco i suoi dieci migliori film, escludendo Poor Things, il suo ultimo capolavoro diretto da Yorgos Lanthimos.
Collateral, Poor Things, Shutter Island, Zodiac e Foxcatcher fra i migliori film con Mark Ruffalo

Oggi, 22 novembre 2023, compie 56 anni Mark Ruffalo, uno degli attori più versatili e stimati di Hollywood. Attraverso una carriera che spazia dalla commedia romantica al thriller, dal dramma sociale al cinema d’autore, Ruffalo si è affermato come una forza poliedrica sul grande schermo.

Nato nel Wisconsin da una famiglia con radici italiane e franco-canadesi, Ruffalo ha da sempre dimostrato un interesse per la recitazione. Fin da bambino Ruffalo ha dovuto superare sfide legate alla dislessia e all’ADHD sin dalla giovinezza. La sua formazione al Stella Adler Conservatory di Los Angeles e la fondazione della Orpheus Theatre Company hanno segnato il suo percorso verso la gloria. L’attore ha anche vissuto un periodo di quasi dieci anni come barista mentre cercava di farsi strada nel mondo cinematografico.

Per celebrare il suo compleanno, elencare i suoi dieci migliori film, ripercorrendo le tappe salienti della sua carriera da attore. Nella nostra classifica dei dieci migliori film di Mark Ruffalo, abbiamo deciso di escludere Poor Things. Infatti, il film diretto da Yorgos Lanthimos e tratto dal romanzo omonimo di Alasdair Gray, deve ancora uscire nelle sale italiane. Nonostante questo, vogliamo sottolineare che si tratta di una delle migliori interpretazioni dell’attore. Qui interpreta il dottor Godwin Baxter, un medico che riesce a riportare in vita una donna annegata (Emma Stone) con il cervello di un feto. 

Mark Ruffalo che porta a casa quella che probabilmente è la miglior prova della sua carriera. Non vediamo l’ora che possiate apprezzare anche voi questo capolavoro di Yorgos Lanthimos. Se vi abbiamo incuriosito, in attesa dell’uscita in sala trovate la nostra recensione del film.

Ma vediamo insieme quali sono i film nella TOP 10 delle migliori interpretazioni!

10. Collateral (2004)

Mark Ruffalo in una scena del film Collateral

Nel 2004, Mark Ruffalo ha partecipato a uno dei film più acclamati del regista Michael Mann: Collateral. Il film racconta la storia di un tassista di Los Angeles (Jamie Foxx) che viene preso in ostaggio da un killer professionista (Tom Cruise). Questo deve eliminare cinque bersagli in una notte. Ruffalo interpreta il ruolo di Fanning, un detective della narcotici che si mette sulle tracce dell’assassino. Il film è un thriller ad alta tensione creata da un’atmosfera notturna e urbana. 

Ruffalo dimostra la sua abilità nel creare un personaggio credibile e sfaccettato, anche in un ruolo secondario. Il film ha ricevuto numerosi elogi dalla critica e dal pubblico, e ha ottenuto due candidature agli Oscar, per il miglior attore non protagonista (Foxx) e per il miglior montaggio.

9. In The Cut (2003)

Mark Ruffalo in una scena del film In The Cut

In The Cut è un film del 2003 diretto da Jane Campion e tratto dal romanzo omonimo di Susanna Moore. Il film è un thriller psicologico che racconta la storia di Frannie, un’insegnante di inglese a New York, che si ritrova coinvolta in una serie di omicidi efferati nel suo quartiere. Mark Ruffalo interpreta il ruolo di Giovanni Malloy, un poliziotto rude e affascinante, che nasconde un lato oscuro e misterioso. Ruffalo ha dichiarato di aver accettato il ruolo perché era attratto dalla sfida di interpretare un personaggio complesso e ambiguo, che non fosse né un eroe né un cattivo.

Mark Ruffalo ha dovuto girare diverse scene di nudo e di sesso esplicito con Ryan, che ha definito “imbarazzanti” ma “necessarie” per il film. Il suo ruolo in In The Cut è stato uno dei primi che lo ha fatto conoscere al grande pubblico, e gli ha permesso di dimostrare la sua versatilità e il suo talento come attore.

8. Conta su di me (2000)

Mark Ruffalo in una scena del film Conta su di me

Film del 2000 diretto da Kenneth Lonergan e scritto dallo stesso regista con la collaborazione di Mark Ruffalo, racconta la storia di due amici (Ruffalo e Laura Linney), che si ritrovano dopo anni e devono affrontare le difficoltà della vita adulta. Il film è una commedia drammatica che mescola umorismo e sentimento, e che offre uno spaccato della vita di provincia americana. Ruffalo interpreta il ruolo di Terry Prescott, un giovane irresponsabile e sognatore, che si trasferisce a vivere con la sorella e il nipote, cercando di dare una svolta alla sua esistenza.

Il film è stato il debutto cinematografico di Ruffalo come protagonista, e gli ha valso il premio per il miglior attore al Montreal World Film Festival.

7. Foxcatcher (2014)

Mark Ruffalo in una scena del film Foxcatcher

Uscito nel 2014 diretto da Bennett Miller e basato su una storia vera, il film narra la tragica vicenda di due fratelli campioni di lotta libera (Channing Tatum e Mark Ruffalo), che vengono reclutati da un ricco e eccentrico mecenate (Steve Carell) per allenarsi nella sua tenuta, ma che finiscono per essere coinvolti in una spirale di violenza e follia. Il film è un dramma psicologico che esplora i temi dell’ambizione, della famiglia e della manipolazione.

Ruffalo interpreta il ruolo di Dave Schultz, il fratello maggiore e più equilibrato, che cerca di proteggere il fratello minore e se stesso dal pericoloso mecenatismo. Il film ha ricevuto cinque candidature agli Oscar, tra cui quella per il miglior attore non protagonista per Ruffalo.

6. The Normal Heart (2014)

Jonathan Groff e Mark Ruffalo in una scena del film The Normal Heart

Film per la televisione del 2014 diretto da Ryan Murphy e tratto dalla pièce teatrale omonima di Larry Kramer, racconta la diffusione dell’AIDS a New York negli anni ’80, e la lotta di un gruppo di attivisti gay per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla gravità della situazione. Il film è un dramma sociale che affronta i temi della discriminazione, della paura e della solidarietà.

Mark Ruffalo interpreta il ruolo di Ned Weeks, il leader del movimento, che cerca di far fronte alla malattia e alla morte dei suoi amici e del suo compagno. Il film ha vinto due Emmy Awards, tra cui quello per il miglior film per la televisione, e un Golden Globe, tra cui quello per il miglior attore non protagonista per Ruffalo.

5. Eternal Sunshine of the Spotless Mind (2004)

Mark Ruffalo in una scena del film Eternal Sunshine of the Spotless Mind

E’ un film del 2004 diretto da Michel Gondry e scritto da Charlie Kaufmann. Racconta la storia di una coppia (Jim Carrey e Kate Winslet) che decide di cancellare i propri ricordi dopo una rottura. Il film è una commedia romantica con elementi di fantascienza, che insegna allo spettatore a accettare anche le difficoltà nelle storie d’amore.

Mark Ruffalo interpreta il ruolo di Stan, uno dei tecnici che si occupa di effettuare la procedura di cancellazione. Il film ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale e ha ricevuto altre tre candidature, tra cui quella per il miglior attore non protagonista per Ruffalo.

4. Cattive acque (2019)

Mark Ruffalo in una scena del film Cattive acque

Un film del 2019 diretto da Todd Haynes e basato sulle inchieste del giornalista Nathaniel Rich, che racconta la battaglia legale di un avvocato (Mark Ruffalo) contro la multinazionale DuPont, accusata di aver contaminato l’acqua di una comunità con sostanze chimiche tossiche. Il film è un dramma giudiziario che denuncia le responsabilità delle grandi corporazioni e le conseguenze sulla salute e sull’ambiente.

L’avvocato si impegna per anni a portare alla luce lo scandalo e a ottenere giustizia per le vittime. Il film ha ricevuto una candidatura all’Oscar per il miglior attore non protagonista per Ruffalo.

3. Zodiac (2007)

Mark Ruffalo in una scena del film Zodiac

E’ un film del 2007 diretto da David Fincher e tratto dal libro omonimo di Robert Graysmith, che ripercorre le indagini sullo Zodiac Killer, un serial killer che terrorizzò la California negli anni ’60 e ’70, inviando lettere e codici cifrati ai giornali. Il film è un thriller storico che segue le vicende di tre personaggi coinvolti nel caso: un giornalista (Jake Gyllenhaal), un detective (Mark Ruffalo) e un vignettista (Robert Downey Jr.)

Mark Ruffalo è Dave Toschi, il poliziotto che si occupa delle indagini, ma che non riesce a risolvere il mistero. Il film è stato acclamato dalla critica e ha ottenuto diverse candidature a vari premi, tra cui il Golden Globe per il miglior regista. Se non avete visto il film e siete curiosi di recuperarlo, ecco la nostra recensione che potrebbe convincervi a farlo!

2. Shutter Island (2010)

Mark Ruffalo e Leonardo DiCaprio in una scena del film Shutter Island

Un film del 2010 diretto da Martin Scorsese e tratto dal romanzo omonimo di Dennis Lehane, che narra le vicende di due agenti federali (Leonardo DiCaprio e Mark Ruffalo) che si recano su un’isola dove si trova un ospedale psichiatrico per criminali, per indagare sulla scomparsa di una paziente. Il film è un thriller psicologico che gioca con la percezione della realtà e con i segreti del passato.

Nei panni di Chuck Aule, il partner di DiCaprio, Ruffalo interpreta un personaggio dalle molteplici sfacettature. Il film è stato un successo di pubblico e di critica, e ha ottenuto diverse candidature a vari premi, tra cui il Golden Globe per il miglior regista.

1. Il caso Spotlight – Michael Rezendes

Michael Keaton, Liev Schreiber, Mark Ruffalo, Rachel McAdams, John Slattery, Brian d'Arcy James nel film Il caso Spotlight

Il caso Spotlight è un film del 2015 diretto da Tom McCarthy. Il film racconta la vera storia dell’inchiesta giornalistica del Boston Globe. L’indagine ha rivelato lo scandalo degli abusi sessuali commessi da decine di preti cattolici a Boston e coperti dalle autorità ecclesiastiche. Vincitore di due Oscar, come miglior film e miglior sceneggiatura originale, ha ricevuto altre quattro candidature, tra cui quella per il miglior attore non protagonista per Mark Ruffalo.

In particolare Mark Ruffalo interpreta il ruolo di Michael Rezendes, uno dei quattro giornalisti della sezione Spotlight, specializzata in inchieste approfondite. Ruffalo ha dichiarato di essersi ispirato al vero Rezendes, con il quale ha trascorso del tempo per studiare il suo modo di parlare, di muoversi e di scrivere. Ha anche imparato a usare il computer e il registratore che Rezendes usava all’epoca, e ha indossato gli stessi vestiti che il giornalista aveva donato al Boston Globe. Mark Ruffalo ha ricevuto numerosi elogi per la sua interpretazione, che è stata definita “intensa”, “credibile” e “commovente“.

Alla fine di questa classifica, resta una certezza. In altre parole, Mark Ruffalo è uno degli attori più versatili e apprezzati del cinema contemporaneo. Specialmente è stato capace di interpretare ruoli diversi e sfidanti, spaziando dalla commedia romantica al thriller, dal dramma sociale al cinema d’autore. Dedicate quindi a lui il vostro applauso, se potete. Se lo merita!

Facebook
Twitter